CRISI. SANTORO: IL NUMERO DI SUICIDI E’ IN PERICOLOSO AUMENTO

CRISI. SANTORO: IL NUMERO DI SUICIDI E’ IN PERICOLOSO AUMENTO

“Non si ferma l’ondata di suicidi di disoccupati e di imprenditori a causa di una crisi ormai devastante”, ha dichiarato Manuel Santoro, coordinatore di Convergenza Socialista. “Solo nel 2013 abbiamo testimoniato 149 suicidi, uno ogni 2 giorni e mezzo, e tutti riconducibi alla mancanza cronica di lavoro. La tendenza e’ in pericoloso aumento visto che nel 2012 i suicidi sono stati 89”.

“Le soluzioni per risollevare il Paese da questo stato di impoverimento generalizzato non sono semplici ed immediate, e non possono essere indirizzate con spot estemporanei e senza copertura. Soprattutto, poi, quando l’Europa ci impone vincoli stringenti che non ci permettono flessibilita’ nella politica economica e del lavoro.”

“Dovremmo riprendere”, conclude Santoro, “una iniziativa promossa da diverse regioni italiane sulla valorizzazione e recupero degli antichi mestieri che ha l’obiettivo di offrire l’opportunità di un inserimento lavorativo professionale, e con l’aiuto delle istituzioni locali, assicurare gli strumenti e le competenze teoriche e pratiche necessarie, incluse quelle che possono favorire la creazione di microimprese artigiane. Potremmo essere noi, ognuno nel proprio territorio, a creare un collegamento virtuoso tra cittadinanza, microimprese e istituzioni locali, dando così la possibilità alla comunità intera di tenere in vita i mestieri tradizionali a rischio di estinzione e favorire lo sviluppo di produzioni di nicchia con un conseguente aumento dell’interesse del turismo da prodotto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...