ELEZIONI. SANTORO: ORA TOCCA AL SOCIALISMO

ELEZIONI. SANTORO: ORA TOCCA AL SOCIALISMO

“Un elettore su due è andato al mare”, commenta Manuel Santoro, Coordinatore di Convergenza Socialista.

“Il cosiddetto centrosinistra”, continua Santoro, “ottiene 160 comuni, 37 al centrodestra e 22 al M5S. Un’altra certezza è che la sinistra è ormai un ricordo lontano. Non parliamo, poi, di una forza marcatamente socialista. Un miraggio”.


“L’Italia è un Paese cambiato ed i risultati di Livorno, Civitavecchia, Perugia sono li a ricordarcelo. Penso che questi risultati facciano emergere con nettezza una cosa sola. Tutti noi abbiamo assolutamente bisogno di ricercare e consolidare alcuni punti di riferimento certi, alcuni pilastri su cui si è consapevoli di costruire qualcosa che abbia un senso sociale e politico”.

“In quest’ottica”, continua Santoro, “dipingiamo un percorso, un sentiero politico chiaro, che non ha alternative semplicistiche, scorciatoie elettoralistiche”.

“Ci vorranno tanti anni”, conclude Santoro, “alcuni decenni, ma possiamo iniziare un tragitto politico socialista, a sinistra, unico antidoto alla dissoluzione consacrata”.

Annunci

Un pensiero su “ELEZIONI. SANTORO: ORA TOCCA AL SOCIALISMO”

  1. Caro Manuel ti seguo sempre nei tuoi convincimenti, utopici? forse, ma fortemente marcati di vero Socialismo, di società di eguali fra diversi eguali, profondamente di sinistra e non di centro-sinistra (col trattino o senza), in definitiva convinzione (a noi tutti cara) del realizzare concretamente – prima o poi – quella società “diversamente ricca” che l’utopico (per i suoi e nostri tempi, ma… chissà!) Riccardo cercava di costruire.
    Come tu ben sai e conosci il mio problema, posso seguirti ed essere con te, con voi, solo con questi miei pensieri (e non so per quanto tempo ancora potrò poterli scrivere) ma sono e sarò sempre con voi e le nostre idee e “ideologia”: la parola non mi fa paura, sì torniamo a chiamare le cose intellettuali e del pensiero con il loro nome, evitiamo e cerchiamo di non cadere più in questo tranello linguistico del conservatorismo destrorso nazionale (PD incluso) e internazionale del seminare odio e paura verso questa parola così bella e così pregna. Ma lo strumento che essi usano per negare la sua esistenza non è forse essa stessa (se pur negante e negativa) “ideologia”?
    L’ideologia è la base del pensiero culturale dell’Uomo e le sue idee strategiche le gambe per farla camminare. Se si uccide l’una e le altre, si uccide l’Uomo.
    Anche se non con la mia presenza fisica la mia mente e il mio cuore socialista sono con voi. Pressate la Società con la forza dei nostri ideali. Senza mai fermarsi davanti ai sicuri intoppi istituzionali e non nonché probabili futuribili intoppi Costituzionali, in una parola: Avanti!
    A te e a tutti voi Fraterni saluti

    Tonino Lattanzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...