Convergenza Socialista CS socialismo sinistra partito socialista teatro

IL DISASTRO DEL TEATRO DELL’OPERA DI ROMA FARA’ SCUOLA?

di Rainero Schembri

Ha fatto scalpore la decisione del Comune di Roma di tentare di risanare il bilancio del Teatro dell’Opera attraverso il licenziamento dell’intera
orchestra e coro del teatro. L’obiettivo del Sindaco Ignazio Marino e del nuovo sovrintendente Carlo Fuortes è di introdurre anche in questo settore la formula dell’esternalizzazione. In sostanza, dal primo gennaio del 2015, salvo cambiamenti dell’ultima ora, verrebbero di volta in volta scelti orchestra e coro per organizzare uno spettacolo.

Senza entrare nel merito di questa decisione, anche se molti esperti del settore la ritengono semplicemente assurda e del tutto inusuale (pare che nessun grande teatro del mondo adotti un simile formula organizzativa) colpisce il fatto che l’unica soluzione trovata sia quella di licenziare 182
artisti, tutti entrati in teatro dopo aver vinto un severo concorso internazionale.

Quello che è certo è che i maggiori responsabili del buco di bilancio, che ormai ammonta a quasi 30 milioni di euro (nonostante un mega contributo
di 20 milioni da parte del Comune), non sono certamente gli artisti, che in media guadagnano poco più di 2 mila euro, ma una classe dirigente che negli
anni passati non ha badato a spese e che ora non è stata minimamente scalfita dal piano di licenziamenti. A sentire i musicisti, la produzione del Teatro dell’Opera di Roma potrebbe aumentare del 40% la produzione senza l’esborso di un solo euro di straordinario. Sic!.

Ad ogni modo la cosa più pericolosa è che il ‘caso Roma’ rischi di fare scuola: presto potremmo assistere in diversi teatri italiani a un’asta al ribasso per chi vuole suonare e cantare. Sarà il trionfo della precarietà, della bassa qualità e della mediocrità di chi gestisce la più tipica delle
espressioni culturali italiane: l’Opera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...