Bandiera Convergenza Socialista CS Nuovo Stato Sociale socialismo sinistra partito socialista

CARTA PER UN NUOVO STATO SOCIALE

Convergenza Socialista (www.convergenzasocialista.com) chiede a tutti di esprimere liberamente un parere sulla Carta per un Nuovo Stato Sociale.
Tutte le riflessioni (escluse le considerazioni offensive e ingiuriose) verranno pubblicate nella rubrica ‘Opinioni e Riflessioni’ sul sito-web www.convergenzasocialista.com.
Scrivete a: convergenzasocialista@gmail.com
Se desiderate potete seguirci anche su facebook – https://www.facebook.com/convergenza.socialista

01 – In uno Stato civile non ci possono essere cittadini di serie Z, cioè, individui spogliati dei più elementari diritti e mezzi di sostentamento. La crescente povertà, soprattutto quell’estrema, oltre a rappresentare una profonda ingiustizia sociale costituisce un’autentica mina collocata nelle fondamenta dello Stato.

02 – Per superare la grave crisi economica occorre costituire in Italia e in Europa un Nuovo Stato Sociale capace di garantire a tutti i cittadini la possibilità di nutrirsi, vestirsi, avere un tetto, curarsi istruirsi e difendersi legalmente.

03 – La creazione di un Nuovo Stato Sociale deve diventare la ‘priorità delle priorità’, da effettuare a qualsiasi costo e sacrificio. E’ un’esigenza che riguarda e andrà a beneficio di tutti, in termini d’inclusione sociale, capacità di spesa, sicurezza e sviluppo ordinato.

04 – Per Stato Sociale non s’intende Stato Assistenziale, caritatevole. Stato Sociale significa consentire a tutti i cittadini, in cambio di prestazioni socialmente utili e possibilmente redditizi per lo Stato, la possibilità di guadagnare l’indispensabile per vivere dignitosamente.

05 – Naturalmente alle persone disabili, agli anziani e a tutti coloro che oggettivamente sono impossibilitati a compiere una qualsiasi attività va riconosciuto un adeguato sostegno economico.

06 – Per raggiungere questi obiettivi lo Stato dovrà tornare a essere il principale erogatore e controllore dei servizi essenziali, come la sanità, l’istruzione, l’elettricità, il gas, l’acqua, l’ambiente, ecc. Servizi che dovranno essere erogati dallo Stato senza finalità di lucro ma in maniera efficiente e concorrenziale con i servizi forniti dai privati.

07 – Il finanziamento del Nuovo Stato Sociale richiederà la creazione di un capitolo di spesa autonomo, identificabile con un Fondo Sociale gestito da una banca pubblica senza finalità di lucro e socialmente utile.

08 – Il Fondo Sociale potrà essere alimentato: a) dal cambio di destinazione di numerose imposte ‘improprie’ gravanti sulla benzina (ad esempio, per la guerra di Abissinia del 1935 o per la crisi di Suez del 1956); b) da un’adeguata valorizzazione del nostro immenso patrimonio storico e archeologico (il più grande del mondo) che oggi frutta pochissimo alle casse dello Stato (basti ricordare che il museo del Barcellona calcio incassa quasi lo stesso del Colosseo).

09 – L’utilizzo delle risorse provenienti dal patrimonio culturale e archeologico non va considerato una regalia concessa ai poveri ma un’eredità lasciata a tutti gli italiani dalle generazioni precedenti.

10 – L’introduzione di un Nuovo Stato Sociale richiede l’affermazione in larghi strati della popolazione di una nuova coscienza nazionale, basata sul recupero dei valori sociali. Questo compito, anche in un’ottica di lungo termine, dovrà in buona parte essere assolto dal potenziamento dell’Educazione civica nelle scuole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...