Convergenza Socialista socialismo sinistra partito socialista CS Nuovo Stato Sociale MUOS

MUOS IN SICILIA: GRANDE PERICOLO, SCARSA INFORMAZIONE

di Rainero Schembri

Parliamo di necessità di un’adeguata informazione? Un esempio concreto è rappresentato dal MUOS (Mobile User Objective System). Per chi non lo sapesse, si tratta della quarta stazione di terra che gli Stati Uniti stanno costruendo in Sicilia a Niscemi, per completare il sistema satellitare utile alle forze militari per la trasmissione e acquisizione dei dati emessi dai droni addetti alla sicurezza (gli altri tre si trovano in Virginia, negli Hawaii e in Australia).

Recentemente il Consiglio di giustizia amministrativa (una specie di Consiglio di Stato in Sicilia) ha annullato la sentenza del 13 febbraio del Tribunale Amministrativo Regionale che aveva giudicato illegittime le autorizzazioni rilasciate dalla Regione siciliana. Secondo gli oppositori al MUOS, tra cui molti esperti, una volta entrate in funzione le tre parabole saranno in grado di emettere delle onde elettromagnetiche talmente potenti che potrebbero causare malformazioni infantili e malattie come tumori, leucemie su quasi tutto il territorio siciliano.

Per il giornalista e scrittore Antonio Mazzeo “si è fatta tabula rasa di decine di studi scientifici indipendenti e di due perizie tecniche ordinate dal Tar di Palermo, che hanno evidenziato le gravissime criticità del progetto e i pericoli per la salute, per l’ambiente e per il traffico aereo. È stata provata processualmente e in sede scientifica la pericolosità delle emissioni del Muos e delle 46 antenne, senza che mai alcuna istituzione si sia preoccupata di informare la gente”.

Naturalmente non tutti sono d’accordo sui presunti pericoli. In ogni caso, il prossimo 16 dicembre una “commissione di verifica” composta dai presidenti del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche), del Cnu (Consiglio nazionale universitario) e da tre ministri (Salute, Ambiente e Infrastrutture), dovrebbe emettere finalmente l’ultima parola su questa incredibile, lunga e assai controversa vicenda. In sordina naturalmente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...