Logo Simbolo Convergenza Socialista CS Nuovo Stato Sociale socialismo sinistra partito socialista stella rossa rosa bianca

SANTORO (CS): COSTITUZIONE, INFORMAZIONE E MIGRAZIONE. TRE PUNTI DA PORTARE AL GOVERNO

“Il nostro obiettivo è incentivare riforme strutturali socialiste”, commenta Manuel Santoro, Segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista, “che annullino l’imposizione delle politiche di austerità e promuovano il primato della politica sulla finanza. E’ per noi fondamentale capovolgere profondamente l’idea di Europa, le sue funzioni, i suoi vincoli, iniziando dal Fiscal Compact e dal Patto di stabilità e crescita, sino ad arrivare alla creazione di una rete bancaria pubblica e socialmente utile, e all’utilizzo di un indice di qualità, e non solo di quantità come il PIL, che ci permetta di descrivere un nuovo modello di sviluppo basato sull’equità e sulla sostenibilità.”

“In una Italia che cade a pezzi e in una Europa incerta sui passi da compiere”, continua Santoro, “è nostro compito ripensare le politiche di governo locale, nazionale ed europeo in modo tale da ricostruire un welfare di ‘pubblica utilità’ che punti ad assicurare il necessario a tutti, uomini e donne. Riforme appunto strutturali ma socialiste, atte cioè a incentivare un progressivo potenziamento della funzione e del ruolo del pubblico nella nostra società.”

“Ci sono tre problematiche importantissime da affrontare nel nostro tempo”, continua Santoro, “a iniziare dall’applicazione della Costituzione italiana e dalla salvaguardia della tenuta democratica di questo Paese. Quando si piegano le maglie delle regole democratiche viene meno la possibilità di giocarsi la partita politica su basi eque così come viene meno la possibilità che offerte politiche alternative abbiano la possibilità di emergere, di essere valutare e discusse e, infine, di approdare nelle istituzioni. Modificare le regole democratiche “ad partitum” e disattendere al dettato costituzionale evitando di attuare importanti articoli costituzionali rendono la società italiana sempre più succube dei più forti, cioè di una netta minoranza di individui che va combattuta con decisione sul terreno politico.”

“La seconda barriera che impedisce il corretto flusso democratico nella nostra società è nell’informazione, tv e giornali, in mano a pochi individui, parte dei poteri forti. Punto questo legato al primo poiché senza una multipolarità dell’informazione e una trasparenza netta dei canali informativi, senza una chiara legge sui conflitti di interesse che spezzi il connubio potente-editore, il Paese rimane bloccato in un mondo chiuso, spesso censurato e senza verità. Considerare la verità e la trasparenza elementi scomodi rende inevitabile l’impossibilità di emersione di alternative politiche che proprio questo giochino vorrebbero rompere.”

“Ultimo punto”, conclude Santoro, “consiste nella presa di coscienza che viviamo in un mondo globalizzato in guerra. Non mi riferisco solo alle guerre finanziarie e valutarie occulte ai più, ma a veri conflitti armati, piccoli e meno piccoli, causati da interessi economici e geopolitici vari e noti, i cui effetti sono morte, miseria, fughe ed emigrazioni forzate. Grandi migrazioni forzate, poiché necessarie, effetto di guerre che sono a loro volta effetto degli interessi economici e geopolitici di nazioni, spesso, lontane e immuni dagli effetti delle proprie azioni. Se la causa è l’interesse economico e geopolitico di pochi e uno degli effetti finali è la migrazione di massa, il nostro dovere non è quello di attaccare gli effetti ma la causa che rende il mondo meno vivibile, meno sicuro. L’errore politico e strategico da evitare sta proprio nel prendercela con i poveracci, con chi chiede aiuto. Dovremmo, invece, contrastare con forza coloro che, lontani e dietro le quinte, destabilizzano Paesi, pianificano soluzioni, organizzano gruppi armati, per i propri interessi e contro gli interessi delle collettività del pianeta.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...