Convergenza Socialista socialismo sinistra partito socialista CS Nuovo Stato Sociale Società Parlamento

CINCINNATO O PALLA DI SEVO?

di Renato Gatti

Dopo la batosta del 4 dicembre subita da una nullità arrogante, ci troviamo in una nuova impasse politica coperta da una figura ambigua, tra la fotocopia e l’ambizione ad una propria autonomia, che mi fa tornare alla mente quando, nel novembre 2011, si aprì la fase Monti.

Nel febbraio 2012 pubblicai un post intitolato “Cincinnato e gli Equi”, accostavo la figura di Monti, civil servant, a quella di Cincinnato, chiamato a fare ciò che un disastrato Berlusconi non poteva fare e ciò che un devirilizzato Bersani non se la sentiva di fare. Ecco che allora, di fronte all’impotenza dei politici eletti sorgeva la necessità di sopperire a questo vuoto di potere con soluzioni esterne alla politica che ne testimoniassero il fallimento.

In quell’articolo sostenevo, come sostengo tuttora, che Monti salvò l’Italia dai disastri di Berlusconi e dall’impotente Bersani, ma la salvò nel modo, a mio parere, sbagliato e troppo succube alle indicazioni della lettera Trichet-Draghi. Fece la riforma Fornero, respinse con spocchia l’aiuto alle banche quando era possibile averlo (e dopo di allora 10 banche sono fallite o sono in bilico, ovvero le quattro di Etruria e co., l’MPS, le due venete, le tre casse S.Miniato e co. E Carige), non fece una patrimoniale seria sulle grandi ricchezze create nel regime speculativo del capitalismo finanziario, introdusse la follia della revisione dell’art. 81 della costituzione ma, d’altro lato, riuscì a ritrovare fiducia in Europa e ad abbassare lo spread, salvando sì il paese ma infilandolo in un tunnel depressivo da cui fatichiamo ad uscire.

Tutti i provvedimenti di Monti vennero approvati dai maggiori partiti in Parlamento, e Monti, invece di tornare a fare il Cincinnato si illuse di fare il politico e fondò un partito. A poco a poco tutti quelli che avevano votato i suoi provvedimenti cominciarono a prendere le distanze da quei provvedimenti e a smentire, anche se non esplicitamente, il loro appoggio a quelle misure così indigeribili. Ora viene attaccato da ogni parte e su di lui si scaricano tutte le critiche per aver risolto un nodo che le forze politiche stesse erano state incapaci di risolvere.

Questo voltafaccia delle forze politiche, questo abiurare ciò che non sono state capaci di risolvere, mi ha convinto, in una riflessione pre ferragostana, a cercare un’altro accostamento alla figura di Monti.
Ho trovato l’accostamento più moderno in uno splendido racconto di Guy de Maupassant “Palla di sevo”.
L’invasione prussiana in Francia costringe alla fuga su una carrozza un gruppo di cittadini tra i quali una prostituta. L’iniziale atteggiamento scostante verso Palla di Sevo si spegne quando un prussiano blocca la carrozza e per poterla far proseguire chiede le prestazioni sessuali di Palla di Sevo che patriotticamente si ribella e si rifiuta. L’iniziale solidarietà e condivisione dei compagni di viaggio si spegne velocemente e (in fondo è il suo lavoro) si trasforma in un invito esplicito ad accettare le condizioni del prussiano. Quando, dopo il fatto, il viaggio riprende l’atteggiamento scostante dei cittadini liberati è anche maggiore di quanto fosse all’inizio del viaggio.

Ecco allora che la figura di Monti usata da perbenisti di facciata per rispondere alle pretese prussiane di Trichet-Draghi e poi schizzato dalla falsa morale borghese, trova un accostamento intellettualmente stimolante nell’eroina maupassantiana.

Siamo un paese senza dirigenti, senza una prospettiva strategica, che vive il giorno per giorno, sbeffeggiato dai napoleoncini europei, incapace di dare prospettive, vittima della degenerazione populista di un popolo senza identità, senza responsabilità facile preda del buffone di turno.
Nubi nere sull’autunno e sulla legge di stabilità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...