APPUNTI PER UN’AREA DI PROGRESSO E CIVILTA’. PARTE I

di Giandiego Marigo

Sono d’accordo che la tematica del “lavoro” debba essere affrontata e rimanere centrale nell’azione dell’AreA, così come concordo sulla retorica del lavoro come motore della dignità, ma non si può oggi non tener conto dell’automazione, della robotica antropomorfa, dell’Intelligenza Artificiale.

Tali tematiche sono destinate a cambiare il rapporto con il lavoro, fra le classi e la struttura stessa del potere. Questo l’èlite lo sa benissimo, anzi ne detiene le chiavi più segrete, e sta uniformando il pianeta all’iuso che ne consegue. A suo esclusivo vantaggio , ovviamente e elaborandovi attorno, come suole, teorie economiche, filosofiche e spirituali.
Continua a leggere APPUNTI PER UN’AREA DI PROGRESSO E CIVILTA’. PARTE I

Annunci

REVISIONISMI STORIOGRAFICI E DIBATTITO POLITICO

di Marco Moriconi

Storia,storiografia e revisione storiografica

Per affrontare, seppur in sintesi, il tema del revisionismo, occorrono almeno alcune minime premesse tese innanzitutto a riposizionare termini e relativi significati, viste le frequenti semplificazioni giornalistiche.
L’idea della “storia”, fin dall’etimologia del termine (historìa), ha rimandato sia al corso degli eventi che all’indagine e rendiconto su di essi. Tutti noi infatti continuiamo ad usare la parola “storia” in due sensi, indicando con essa sia i fatti accaduti (le res gestae dei latini), sia la narrazione del susseguirsi di tali avvenimenti (la historia rerum gestarum). Quest’ultimo aspetto è più propriamente detto “storiografia”, termine utilizzato in Italia fin dal ‘600. Un primo problema è quindi già costituito dalla relazione tra il fatto storico in sé e l’attività di scrittura sullo stesso, a cui si aggiunge appunto una certa confusione legata all’uso indistinto dello stesso vocabolo per entrambi i concetti.
Continua a leggere REVISIONISMI STORIOGRAFICI E DIBATTITO POLITICO