Convergenza Socialista CS socialismo sinistra partito socialista istituzioni bandiere Italia Unione Europea

DUE CONSIDERAZIONI SUL SOVRANISMO

di Renato Gatti

Confesso di essere abbastanza ignorante in fatto di “sovranismo” ed in particolare sulle sue idee fondanti e sulle conseguenti proposte politiche. Mi pare tuttavia di poter capire la richiesta di:

  • non farsi comandare da una burocrazia non eletta ma incaricata dal finanz-capitalismo;
  • riprendersi la sovranità monetaria;
  • ridare piena concretezza alla nostra Costituzione limitando la cessione di sovranità pur prevista, a certe condizioni, dall’art. 11 della costituzione.

Condivido in pieno il primo punto mentre non condivido gli altri due punti, sono cioè disponibile alla moneta unica ed alla cessione di sovranità semprechè il potere deliberante sia assegnato al Parlamento europeo democraticamente eletto, togliendo i poteri alla commissione fatta dai capi di stato o di governo. La ragione principale sta proprio in questo ultimo punto che costituisce la mia prima considerazione.

La nazione europea

Le proposte dei sovranisti, insieme ai comportamenti dei vari governi, Macron in primis, anche sotto la pressione delle imminenti consultazioni elettorali, ripropongono il pericolosissimo scenario dell’Europa degli Stati.

In un mondo che si sta disegnando con potenze continentali, anche l’Europa era ed è pensata come una istituzione continentale, e ciò non tanto per adeguarsi, il che ha pur un senso, ai modelli emergenti quanto per prendere coscienza di ciò che l’Europa degli stati ha rappresentato nell’ultimo secolo. Due guerre mondiali sono state la conseguenza causale inevitabile dell’Europa degli stati, hanno rappresentato il tragico fallimento di visioni nazionaliste e protezioniste, il suicidio politico di una prospettiva egemonica, più sul piano della forza della cultura che non sulla cultura della forza, della civiltà europea.

Ripercorrere la strada dell’Europa degli stati è una scelta suicida che renderà il nostro continente non un nuovo soggetto culturalmente egemone, ma un museo di vecchie testimonianze se non un territorio per nuove colonizzazioni.

Il sovranismo italiano

Altro è poi considerare quel che può succedere nel nostro paese, una volta riacquistata (e sorvoliamo sulla considerazione a quale prezzo) la sovranità monetaria e decisionale.

Torneremo alle condizioni in cui eravamo prima dell’adesione alla UE, con un centro destra dominante ed istituzioni imprenditoriali spinte a richiedere politiche protezionistiche visto che la nostra sovranità monetaria porterà alla coniazione di una lira svalutata. La svalutazione della lira porterà ad una perdita del potere d’acquisto dei salari e delle pensioni, e nel contempo spingerà le imprese a scegliere di utilizzare mano d’opera a basso costo piuttosto che investire in tecnologia. Nel breve termine il basso costo del lavoro aiuterà le nostre esportazioni, ma nel lungo termine il nostro modo di produzione, invece di inseguire l’innovazione, la tecnologia 4.0, la digitalizzazione, si troverà arretrato rispetto a paesi più disponibili all’innovazione, relegndoci a poche nicchie di produzione ad alto contenuto artigianale.

Pensare invece ad un modo di produzione che libera dal lavoro, e nel contempo costruire un modo di redistribuzione che superi il parametro del lavoro, persegue il doppio obiettivo di essere competitivi senza sfociare in un regime neofeudale: questa mi pare l’orizzonte socialista da perseguire.

Seguendo l’indicazione sovranista poi, la Costituzione sarà rielaborata sul modello Renzi: più autoritarismo, più decisionismo e meno dialettica politica, per difendere gli interessi nazionali dalla colonizzazione sia essa tedesca o cinese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...