Convergenza Socialista CS socialismo sinistra partito socialista folla sessantotto 68

MA DI QUALE UNITÀ SINDACALE ANDIAMO PARLANDO?

di Giandiego Marigo

Unità Sindacale, ma davvero? Perchè? Ma soprattutto per rappresentare chi?
Ormai quotidiano il contrasto fra sigle, su tematiche anche molto importanti. A Mulfredo ed a Genova la UIL e la UILM accarezza le rivalse xenofobe di un “popolo” sempre più spaventato. Dissociandosi dalla FIOM che condanna con una manifestazione a sostegno dell’accoglienza il dilagare di queste manifestazioni di palese xenofobia.

In questa dissociazione, pubblica e mediaticizzata sta tutta l’inesistenza reale di una unità fittizia che si realizza ormai solamente il 1° Maggio per l’organizzazione del Concertone.
Una parte del sindacato infatti accetta il ruolo tradunionista e forcaiolo, funzionando unicamente da cardano di collegamento fra il sistema e le sue vittime designate e guadagnando per sé ruolo e privilegi.

Rinunciando alla propria mission didattica e rivolta alla civiltà per abbracciare il populismo cattivista e facilone tanto di moda di questi tempi e tanto abusato dalla politica nostrana. Convalidando le tematiche e le teorie dell’invasione e del diritto alla reazione, di una fantomatica autodifesa da un complotto globalista che nulla ha a che vedere con l’Èlite reale che domina il globo … anzi allontana da lei l’attenzione e la rabbia.

Se quelle che vengono denominate istituzioni rinunciano a questo ruolo, accettando il codismo populista dell’immediata rendita di popolarità. Accarezzando egoismo, xenofobia, nutrendo la paura anzichè fare qualche cosa per esorcizzarla ed arginarla … cosa mai potremo aspettarci dal futuro.

Quale unità sindacale quindi? Per quale sindacato? Di chi ed a rappresentare chi?
Un mondo del lavoro sempre più inesistente?
Una aristocrazia operaia che vota la conservazione e predilige l’egoismo?
Una filosofia di destra rampante e dilagante?

Su questo l’Unità? No grazie!

Di Maio non ha titolo, certo, per bacchettare i sindacati e soprattutto non ha alcuna proposta o alternativa reale che non sia il processo popolare ed il giacobinismo situazionista che riproduce questo ordinamento sociale.
Però rispondere al populismo con un populismo peggiore spingendo a destra l’asse della politica nostrana è sinceramente demenziale ed estremamente pericoloso.
Che lo faccia una sigla sindacale, sputando su anni di unità e dissociandosi, con toni pesanti dall’azione di un’altra sigla facente parte del processo pseudo unitario è sinceramente ridicolo e tragico nel medesimo tempo.

Esiste un’emergenza, certo, legata alle migranze ed è quella della xenofobia dilagante, dell’uso strumentale della paura del futuro in chiave razziale e dicotomica, dell’egoismo del nulla che allontana dall’obbiettivo reale, che protegge il carnefice dirottando la rabbia sul condannato a morte.

Certo che c’è una emergenza ed è Culturale, Filosofica, Spirituale, Valoriale.
Non di Politica si parla qui signori della UIL che di quella, fra l’altro, vi nutrite ed ingrassate, ma Civiltà, che è tutta un’altra cosa.

Reinventare il sindacato, quindi, partendo dalla realtà di una unità inesistente e persino dannosa, ripartendo dalle sigle di base che devono, però, rinunciare al settarismo ed al vizio dell’autocompiacimento, conquistando una unità fatta sulle lotte, sulle richieste di reale difesa del salario e del lavoro, sulla capacità di intercettare il nuovo mondo del lavoro, del precariato, dell’accoglienza. Abbandonare questa unità farlocca, fatta di nulla o peggio d’opportunità politica ed interessi partitici. Accettando quello che le scuole domenicali, il mutualismo, la solidarietà, delle radici prime del movimento operaio e sindacle ci hanno insegnato e lasciato in eredità per adattarlo ai tempi … e forse questo potrebbe far bene non solo a quella che chiamammo Sinistra, ma a quella che chiameremo AreA di Progresso e Civiltà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...