I CCF SECONDO MINENNA

di Renato Gatti

Premessa

Nel suo gradevolissimo libro “La moneta incompiuta” Marcello Minenna prende in esame i Certificati di Credito Fiscali come strumento per rompere la rigidità delle norme europee e dare un impulso positivo all’economia reale e quindi al PIL e, di conseguenza, ai parametri ad esso commisurati: deficit e debito, e last but not least l’occupazione.

La critica di Minenna

Riporto testualmente da pagina 430 del testo citato.
“Il fine esplicito del conferimento di questi titoli di credito sarebbe quello di far ripartire la domanda interna, con conseguenti ricadute positive sull’occupazione e sulla produzione; un’economia in recupero favorirebbe a sua volta l’ampliamento della base imponibile e questo fattore compenserebbe i minori introiti fiscali connessi con l’emissione dei certificati. In che maniera i CCF potrebbero stimolare i consumi e la produzione, visto che si tratta di sconti differiti nel tempo? Se i beneficiari dello sconto infatti tesaurizzassero i CCF per utilizzarli a scadenza, l’effetto complessivo nei confronti dell’economia reale sarebbe verosimilmente neutro, in quanto avremmo un aumento dei consumi privati in diretta corrispondenza con un aumento del deficit pubblico.
Continua a leggere I CCF SECONDO MINENNA

Annunci

SOCIALISMO E SINISTRA. DEFINIAMO I CAMPI

di Manuel Santoro, Segretario nazionale

Il socialismo italiano è dilaniato da confusione, miraggi e parcellizzazione delle forze. Non è detto che questo sia necessariamente un male. Così come non è un male a sinistra.

La galassia socialista non deve essere riappiccicata solo sulla base di un’etichetta. Essere socialisti di per sé non significa niente, almeno oggi, se non si anima una visione del mondo, una prospettiva politica e programmatica certa. Troppi sono, oggi, i centri di direzione, le linee politiche, gli interessi individuali e di gruppo. Ha molto senso, invece, convergere e far convergere su una prospettiva politica di lungo periodo, chiara, nella sua chiave socio-economica nazionale, europea ed internazionale. Non ha alcun senso riunire, federare i cosiddetti socialisti così come non ha senso riunire ‘sinistre’ che hanno obiettivi politici molto diversi. Ha, invece, senso politico rifondare il socialismo italiano portandolo finalmente a sinistra, e fare in modo che si contribuisca alla crescita della piattaforma antiliberista in Europa.
Continua a leggere SOCIALISMO E SINISTRA. DEFINIAMO I CAMPI

LA MONETA INCOMPIUTA

di Renato Gatti

Sto leggendo (rectius studiando) il libro, il cui titolo ho messo in testata, di quello che avrebbe potuto essere uno dei migliori assessori al bilancio del Comune di Roma, ovvero di Marcello Minenna, ma che solo dopo pochi mesi dalla nomina, ha lasciato la giunta 5 stelle per ragioni ancora poco chiare, ma perciò non meno preoccupanti.
Molto stupefaciente è il fatto che la “Premessa” di una dozzina di pagine, riporti, parola per parola, la prefazione di Romano Prodi senza neppure citarla.
Continua a leggere LA MONETA INCOMPIUTA

DAL BASSO, MA NON SOLAMENTE A PAROLE

di Giandiego Marigo

Iniziare dal basso, ma davvero, accettando l’idea di non competere per le poltrone, di non difendere spazi residuali e rendite di posizione ad ogni costo. Accettando l’idea del lavoro locale, senza vergogna, senza finalizzazione d’ambizione, ma per la realizzazione di un pensiero diverso ed altro, d’un diverso sistema di valori. Tutto questo, ben consci dell’importanza delle istituzioni e della partecipazione alle stesse, ma rendendosi conto che il radicamento e l’affermazione di questo pensiero si realizza, innanzi tutto nei territori.
Continua a leggere DAL BASSO, MA NON SOLAMENTE A PAROLE

DICHIARAZIONE FINALE DEL PRIMO FORUM EUROPEO DELLE FORZE PROGRESSISTE

VERSO IL SECONDO FORUM DELLE FORZE VERDI, DI SINISTRA E PROGRESSISTE EUROPEE
Marsiglia 10&11 Novembre

Convergenza Socialista, partito politico socialista aderente al ‘Forum europeo delle forze progressiste’ (Partito della Sinistra Europea)

Noi, come rappresentanti di diverse forze, ci siamo riuniti a Marsiglia, dal 10 all’11 novembre 2017, per discutere questioni di grande preoccupazione per milioni di persone in tutta Europa. L’obiettivo era quello di concentrarsi sulle alternative progressiste alle politiche autoritarie, patriarcali e antisociali di molti governi europei e dell’Unione europea stessa e sulla diminuzione dei diritti di lavoratrici e lavoratori. Noi difendiamo politiche sociali e sostenibili, volte a prevenire la distruzione assoluta dell’ambiente e a difendere l’Europa della pace.
Continua a leggere DICHIARAZIONE FINALE DEL PRIMO FORUM EUROPEO DELLE FORZE PROGRESSISTE

ALCUNE BREVI CONSIDERAZIONI SU CONVERGENZA SOCIALISTA

di Manuel Santoro

Convergenza Socialista (CS) è un progetto politico strategico, di lungo periodo, poichè il suo ‘core business’ (se vogliamo proprio usare un termine in voga negli ambienti imprenditoriali) è la rifondazione del socialismo italiano. CS, quindi, non è una associazione culturale ma un partito politico che parte (sempre come ‘core business) dai territori, dai comuni e dai municipi.

Altra questione è relativa alla collocazione. CS si è sempre definita socialista e di sinistra. La questione ‘di sinistra’ è orami chiusa essendo CS aderente ufficialmente al Forum europeo delle forze progressiste organizzato dal Partito della Sinistra Europea. Non è più necessario ricordare che siamo di sinistra in quanto cosa ovvia visto la nostra collocazione in Europa.
Continua a leggere ALCUNE BREVI CONSIDERAZIONI SU CONVERGENZA SOCIALISTA

INIZIA IL TESSERAMENTO 2018

TESSERAMENTO A CONVERGENZA SOCIALISTA

Il tesseramento a Convergenza Socialista (CS) per i nuovi iscritti, può essere effettuato da chiunque ne abbia i requisiti (vd. Statuto pubblicato sul sito https://convergenzasocialista.com/statuto/) in qualsiasi momento, attraverso il sito compilando l’apposito modulo e versando la quota di iscrizione di 20,00 Euro (vd. Regolamento pubblicato sul sito https://convergenzasocialista.com/adesione/).

La tessera è valida solo per l’anno dell’iscrizione e scade improrogabilmente alle ore 24:00 del 31 dicembre dello stesso anno.

Per coloro che sono già tesserati ed intendano rinnovare l’iscrizione, non sarà necessario ricompilare il modulo suddetto, ma si rinnoverà automaticamente pagando la quota associativa per il nuovo anno.
Continua a leggere INIZIA IL TESSERAMENTO 2018

APPELLO PER UN NUOVO PERCORSO A SINISTRA

IL BRANCACCIO E’ IL PASSATO. IL FUTURO PARTE DAL FORUM DI MARSIGLIA

di Manuel Santoro

Il percorso politico del Brancaccio è terminato. Lo avevamo detto quando in molti ci spingevano ad aderire ed abbiamo avuto ragione, mancando il Brancaccio di una chiarezza politica e programmatica che sono le basi di qualsiasi percorso politico. Non è assolutamente possibile costruire un percorso condiviso senza avere, come primo ingrediente, un obiettivo politico, una linea chiara sul tipo di società che si vuole, sul modello di società verso il quale ci si incammina. Se a questo si aggiunge la propensione avversa ai partiti politici da parte di pezzi del popolo del Brancaccio, è evidente come la fine di questo percorso fosse già scritta. La politica dal basso è meritevole ma molto faticosa se ci si affida solo ad incontri sporadici e assemblee spontanee senza una idea di chi si è e di cosa si vuole fare.
Continua a leggere APPELLO PER UN NUOVO PERCORSO A SINISTRA

IL FORUM DI MARSIGLIA PER NOI UN PUNTO DI PARTENZA

Post-Forum del Partito della Sinistra Europea – Marsiglia 10 & 11 Novembre

da Manuel Santoro

Il Forum di Marsiglia è stato un grande evento. Eccovi le organizzazioni politiche europee che costituiscono da oggi la spina dorsale di questa grande opportunità per l’Europa del futuro. L’appuntamento è ora per il 2018.
Per noi di Convergenza Socialista essere parte di questo gruppo di partiti e organizzazioni politiche non è un punto di arrivo. E’ solo l’inizio, un nuovo punto di partenza.
Continua a leggere IL FORUM DI MARSIGLIA PER NOI UN PUNTO DI PARTENZA

THE IMPORTANCE OF MARSEILLE FORUM

Manuel Santoro, national secretary

I consider the appointment of the coming Marseille Forum of the European progressive forces organized by the Party of the European Left the first step for a political and programmatic convergence that will allow us to strengthen a shared political path, not only in Europe, but also in every European nation. Such common political journey will certainly allow the organizations participating to the Forum to get closer and work together for a shared political platform for future appointments and elections.

In Marseille we will participate to the first Forum, the first appointment, and our goal will be to make it grow in time and in space, since it will be the Forum our only chance to help the left in Europe, to gain strength and focus for the coming political battles. The participants to the Forum will grow in number through time and we have to work to that end. More people and organizations we will be part of this path in the future.

In this manner the European Left will become stronger and the left in each nation will reach its political goals: become politically relevant.

We all share a common ground. A ground defined by the will to be part of the Forum. A ground defined by the political focus traced by the Party of the European Left. Thus, being participants of this great event defines already a link between us, construct a bridge to work together for the future of future generations. The Forum is the glue that will help us to work together and make the left stronger, in Europe and in our nations.