Poveri contro poveri, oppressi contro oppressi. Non cadiamo in questa trappola

Compagne, compagni,

ci sono ancora sentimenti quali coraggio e solidarietà tra normali cittadini nei confronti di loro simili. Tutti parte dello stesso campo degli oppressi.

È da qui che deve ripartire la lotta contro chi in questi decenni ha distrutto paesi, conquistato terre, rubato materie prime, si è arricchito lasciando poi intere popolazioni allo sbando, nella miseria più assoluta.

I populisti, i razzisti sono quinte colonne dei capitalisti, dei liberisti poiché vogliono mettere i poveri contro i poveri, gli oppressi contro gli oppressi, donne e uomini contro donne e uomini. Non cadete nel loro gioco!

Sino ad oggi abbiamo combattuto politicamente i governi liberisti, oggi combatteremo quelli populisti e falso-sovranisti.

I nostri avversari politici non sono i migranti ma coloro che hanno depredato le loro terre attivando così la migrazione di massa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...