Archivi categoria: Comunicati stampa

Comunicati stampa

Gilet gialli. Santoro (CS): anche in Italia una convergenza di forze è possibile

“Ps, Pcf e La France Insoumise dovrebbero presentare la mozione di sfiducia contro il governo Macron”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista. “Devo ammettere che mi piace. Siamo in una fase in cui qualche ponte forse riusciamo a costruirlo tra le diverse forze di sinistra in Francia. L’importante è non cadere nel misero populismo di sinistra e cominciare ad immaginare un modello di società alternativo, a mio parere necessariamente socialista. In Italia dobbiamo prendere esempio e fare lo stesso.”

“I partiti di sinistra sopra menzionati devono inoltre lavorare affinché vengano rigettate le concessioni di Macron e incentivare la lotta del movimento sorto alcune settimane fa. Da quello che leggo penso si vada in questa direzione ed è un bene. Facciamo in modo che la politica, i tre partiti della sinistra in Francia non lascino solo il movimento o, peggio, lascino un vuoto politico che la destra certamente occuperebbe. Macron è in difficoltà e non bisogna mollare l’osso. Sarà ora importante impostare una guida politica di sinistra al movimento. Una guida condivisa.”

“Come forza socialista siamo disponibili a costruire ponti in Italia”, conclude Santoro, “e, dopo tutto, questa è una linea che abbiamo da diversi mesi promosso e condiviso. Dal fronte socialista al socialismo di classe, largo e organizzato.”

Annunci

Lavoro. Dibattito pubblico nel lodigiano

Sabato 15 i nostri militanti discuteranno di lavoro con la cittadinanza. Codogno, Lodi. Vi aspettiamo.

Il Socialismo è tornato.
Aderisci a Convergenza Socialista per il 2019.
Rifondiamo insieme il socialismo. Per il socialismo di classe, largo e organizzato, e per l’Europa socialista.
https://convergenzasocialista.com/adesione/

Francia. Santoro (CS): la sinistra indichi una direzione politica chiara

“Domani, 8 Dicembre, in Francia si scende in piazza”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista. “In tutta la Francia contro Macron, ed è un bene, ma dovrà essere l’avanguardia politica ad indirizzare nel modo giusto la protesta in modo tale che non degeneri nel nulla. È quindi molto positivo che i partiti di sinistra abbiano deciso di presentare la mozione di sfiducia al governo Macron.”

“Domani, quindi, si torna in piazza e di fianco ai gilet gialli ci dovrebbe essere la mobilitazione del mondo della scuola. Il governo Macron è alle strette ormai, e domani capiremo quanto vicino a cadere. Secondo l’ultimo sondaggio YouGov, il presidente Emmanuel Macron ha perso altri tre punti percentuali, arrivando così solo al 18% del consenso dei francesi. Anche la popolarità del premier Philippe è diminuita di sei punti, a quota 21%. Domani dovremo fare attenzione alla grandezza della mobilitazione nazionale e al suo possibile sbocco politico.”

“Ma ciò non basta”, conclude Santoro. “Attaccare l’avversario, manifestare contro il nemico politico, protestare, è solo l’inizio ed è relativamente semplice. La questione complicata sarà costruire qualcosa, un indirizzo politico, dalla protesta ovvero, manifestare per e non solo contro. Dovrà essere compito dei partiti di sinistra indirizzare la questione nel migliore modo possibile. In tempi brevi.”

SOCIALISM IS NOW! L’8 Dicembre con #vivailsocialismo

Con Convergenza Socialista avviamo l’iniziativa di “SOCIALISM IS NOW” esponendo le bandiere socialiste/comuniste, vecchie o nuove, alle finestre l’8 dicembre, perché Socialismo è il “sistema della società che si basa sulla proprietà comune e sul controllo democratico dei mezzi e degli strumenti di produzione e di distribuzione della ricchezza nell’interesse dell’intera comunità”. (Partito Socialista del Regno Unito, 1904)

Occorre opporsi al liberismo globalista di questa Europa e dei governi passati, e al liberismo sovranista delle destre che avanzano. Dobbiamo riavviare un discorso sul Socialismo di classe! Un Socialismo largo e organizzato.
Mandaci la foto della tua bandiera e grida #vivailsocialismo con noi!

“La storia di ogni società sinora esistita è storia di lotte di classe.”
(Karl Marx)

Elezioni europee. Santoro (CS): serve un messaggio internazionalista e di solidarietà tra classi subalterne

“Purtroppo nel fine settimana appena passato, abbiamo avuto conferma della crescita delle forze di destra, alcune delle quali alquanto pericolose”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista. “L’esito delle votazioni in Andalusia, infatti, con Vox che prende 12 seggi e i socialisti che calano dal 35% al 28%, conferma che le prossime elezioni europee produrranno un forte spostamento a destra, difficilmente arginabile. Una destra nazionalista e sovranista, populista e conflittuale con i deboli. Naturalmente debole con i forti.”

“Dobbiamo essere chiari e rimarcare il fatto che l’emersione di queste forze pericolose è stato il prodotto delle politiche liberiste e di austerità dei governi passati. In Italia così come nel resto d’Europa. Rimango dell’idea che l’antidoto a queste destre nazionaliste e sovraniste non sia affatto nel sovranismo di sinistra (tra l’originale e la copia si sceglie sempre l’originale), oppure  in altri sovranismi e nei populismi di sinistra, oppure, come è ovvio, in un altrettanto pericoloso ritorno all’austerità, ma sia nell’internazionalismo, nella solidarietà comune e condivisa tra europei, in particolare modo tra coloro che oggi sono più deboli in Europa.”

“Per scalfire sia le forze emergenti di destra che un ritorno del liberismo globalista”, continua Santoro, “sarebbe fondamentale rivendicare, a mio modo di vedere, la solidarietà tra le classi subalterne d’Europa, solidarietà tra i lavoratori e i disoccupati europei. Solidarietà tra i deboli d’Europa.”

“Sul terreno della solidarietà (solo) tra immigrati ed europei saremmo scoperti”, conclude Santoro, “poiché in Europa vi è già una repulsione abbastanza forte, ma tale repulsione può essere depotenziata recuperando il messaggio ‘di classe’ che accomuni tutti gli oppressi, dal lavoratore in Italia al lavoratore in Spagna, dalla Germania alla Francia. Tale messaggio potrebbe essere la via per smascherare la retorica delle destre sugli immigrati e la dottrina liberista sull’austerità.”

Giornata per Disabilità. Santoro (CS): la politica deve agire e sostenere le famiglie

“Sono ottanta milioni gli individui in Europa che hanno un certo grado di disabilità”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista. “A causa dell’invecchiamento della popolazione si stima si possa arrivare a centoventi milioni entro il 2020. I disabili e le famiglie coinvolte hanno bisogno di sicuro sostegno che molto spesso non ricevono affatto.”

“Oggi, 3 Dicembre 2018, è la Giornata Internazionale delle persone con disabilità e Convergenza Socialista, i dirigenti, i militanti e i simpatizzanti tutti, oltre a denunciare una serie di problematiche ancora aperte e dimenticate, dai fondi strutturali ridotti al minimo alla totale assenza di un progetto legislativo che dia risposte serie, sostengono tutte le associazioni e gli attivisti impegnati in prima persona su questo tema importante. Come organizzazione politica siamo attivi, dove possibile nei territori, per dare una mano”.

“Per rimarcare in quali condizioni ci troviamo, in questa giornata importante, riprendiamo alcuni dati che faranno riflettere”, conclude Santoro, “ovvero che [1] ‘in Italia ci sono circa 4.360.000 di persone con disabilità, il 7,2% della popolazione italiana, la maggior parte dei quali ha più di 65 anni, con oltre 3 milioni di persone con gravi disabilità. Di queste solo un milione e centomila fruiscono di indennità di accompagnamento. Il 70% delle famiglie con persone con disabilità non fruisce di alcun servizio a domicilio. Meno di 7 disabili su 100 contano su forme di sostegno presso la propria abitazione. Ciò significa che nella maggior parte dei casi le famiglie gestiscono da sole ciò che i servizi non offrono, rinunciando a molto, spesso anche al lavoro. Meno di un disabile su cinque lavora. La spesa in protezione sociale per funzione disabilità in Italia è pari a 27,7 miliardi ovvero 1,7% del PIL contro la media europea che è di 2,1%.’”.

[1] Dalla redazione Il Nuovo Terraglio.

https://ilnuovoterraglio.it/3-dicembre-2018-giornata-internazionale-delle-persone-con-disabilita/

EUROPE MUST BE ON ALERT AND CALLED UP!

Calling every European citizen!

Let’s recover our future
For a permanent collaboration and a convergent action between leftist, green and progressive forces in Europe

Millions of Europeans and Europeans have suffered and still suffer the attacks of a predatory capital which is promoting labour, social, economic and institutional changes whose aim is to demolish historical achievements of the working class and the popular strata in order to impose an authoritarian, precarious, deregulated society, without labour, social and citizen’s rights.
Continua a leggere EUROPE MUST BE ON ALERT AND CALLED UP!

Inizia il tesseramento a Convergenza Socialista per il 2019

Inizia il tesseramento a Convergenza Socialista per il 2019
https://convergenzasocialista.com/adesione/

I lavoratori devono tornare a dare fiducia ad una forza politica socialista. Realmente socialista: Convergenza Socialista.

Convergenza Socialista è un partito politico socialista, autonomo ed indipendente da qualsiasi altro soggetto politico, aderente al ‘Forum europeo delle forze progressiste’ (Partito della Sinistra Europea)

Capisco la delusione dei lavoratori visto i tradimenti delle classi subalterne negli ultimi decenni da parte di tanti, ma posso assicurare che Convergenza Socialista lavora per rimettere ordine nelle priorità del socialismo e per salvaguardare il campo degli oppressi. Lavoratori salariati, disoccupati e pensionati. Giovani e donne.
Continua a leggere Inizia il tesseramento a Convergenza Socialista per il 2019

Stati Uniti. Santoro (CS): dalla General Motors un taglio occupazionale aberrante

“Sono quattordicimila i posti di lavoro che la General Motors ha annunciato di tagliare in un batter di ciglia, e ciò denota tutta la bruttura, la stoltezza e la ferocia del sistema economico capitalista”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista. “Una macchina infernale che mette in mezzo alla strada un numero enorme, direi assurdo, di lavoratori e di famiglie, chiudendo ben cinque stabilimenti. Da Detroit a Warren in Michigan, da Oshawa in Ontario a Baltimora e Lordstown, in Ohio.”

“Decine di migliaia di lavoratori che potrebbero, quindi, perdere il posto di lavoro e ritrovarsi assolutamente perduti insieme alle loro famiglie. E questo sarebbe il progresso umano? Per quanto si voglia iniettare welfare in una tale organizzazione di società, la crudeltà del capitale non sarà mai sconfitto dalla solidarietà umana. Per questo ci vorrebbe un cambio assoluto di paradigma: il socialismo. Il Presidente Trump, quindi, può strillare quanto vuole ma non vi è alcuna possibilità di metamorfosi positiva del capitale che, come quello americano, fa leva sul free market e sulla quasi totale mancanza di protezione delle classi lavoratrici, le quali si ritrovano sballottate all’interno del mercato del lavoro, come pacchi postali.”

“Ora, c’è chi vorrebbe mitigare la ferocia del capitale con il welfare e molti, anche nel campo socialista, pensano che sia possibile”, continua Santoro. “Poveri illusi, sarebbe il caso di dire. Il capitalismo è irriformabile, e non contempla il progresso umano, poiché si basa sulla centralità del capitale, e non dell’essere umano. Certo, una maggiore protezione legislativa dei lavoratori può attutire gli effetti così nefasti che invece negli Stati Uniti, per esempio, sono possibili.

“Ma ciò non toglie che ci saranno sempre pezzi di classe lavoratrice, per quanto piccoli, che subiranno le decisioni di classi dirigenti e degli umori dei mercati”, conclude Santoro. “Bisognerebbe solo mettersi nei panni di questi lavoratori appena licenziati, ben quattordicimila, e delle loro famiglie, per essere socialisti. Vivere le loro vite quanto basta per capire da che parte stare. Dalla parte del capitale oppure dell’uomo.”

INIZIA IL TESSERAMENTO 2019

TESSERAMENTO A CONVERGENZA SOCIALISTA

Tessera 2019
Tessera 2019

Il tesseramento a Convergenza Socialista (CS) per i nuovi iscritti, può essere effettuato da chiunque ne abbia i requisiti (vd. Statuto pubblicato sul sito https://convergenzasocialista.com/statuto/) in qualsiasi momento, attraverso il sito compilando l’apposito modulo e versando la quota di iscrizione di 20,00 Euro (vd. Regolamento pubblicato sul sito https://convergenzasocialista.com/adesione/).
La tessera è valida solo per l’anno dell’iscrizione e scade improrogabilmente alle ore 24:00 del 31 dicembre dello stesso anno.
Per coloro che sono già tesserati ed intendano rinnovare l’iscrizione, non sarà necessario ricompilare il modulo suddetto, ma si rinnoverà automaticamente pagando la quota associativa per il nuovo anno.

La suddetta quota associativa dovrà pervenire alla tesoreria, entro e non oltre le ore 24:00 del 31 Marzo dell’anno in corso di validità. Questo per permettere la corretta gestione degli incarichi direttivi rivestiti da molti iscritti. Il mancato versamento, entro il tempo stabilito, porterà all’immediato decadimento di qualsiasi incarico o responsabilità all’interno di CS e l’impossibilità ad iscriversi nuovamente fino alle ore 24:00 del 31 dicembre dello stesso anno.

Si ricorda inoltre che ci sono due punti statutari molto importanti che definiscono il partito. Il primo è nel fatto che Convergenza Socialista non ammette doppia tessera. Ciò significa che è possibile iscriversi a CS oppure continuare ad essere iscritti a CS solo se NON si hanno altre tessere di partiti, movimenti politici ed in generale di soggetti politici. Il secondo punto è nel fatto che l’iscritto a CS non può presentarsi in liste elettorali (siano esse municipali, comunali, regionali, nazionali) diverse da quelle di CS (e che abbiano quindi il simbolo del partito).

A Vs. beneficio riportiamo qui di seguito integralmente l’articolo dello statuo dove vengono disciplinati i sopra menzionati punti.

Articolo 2 – GLI ISCRITTI
Tutti i cittadini, non iscritti a nessun altro movimento o partito politico, possono iscriversi a Convergenza Socialista, senza distinzione di età, di nazionalità, di appartenenza sociale, confessionale, d’identità di genere o di orientamento sessuale, purché si riconoscano nei valori espressi dal presente Statuto, ne facciano domanda e abbiano compiuto i 16 anni di età.

I cittadini iscritti al Partito non possono essere aderenti a gruppi consiliari diversi da quello di Convergenza Socialista, così come non possono presentarsi all’interno di liste elettorali diverse da quelle di CS.
Per qualsiasi problema inerente l’iscrizione ed il pagamento della quota associativa potete scrivere direttamente a: tesoreria@convergenzasocialista.it

Massimiliano Maiolino
Tesoriere nazionale