Archivi categoria: DOCUMENTI

DOCUMENTO POLITICO SU LAVORO E PREVIDENZA

Roberto Spagnuolo – Dipartimento del lavoro e previdenza
Manuel Santoro – Segretario nazionale

Documento politico completo su lavoro e previdenza in pdf per la stampa

Contesto storico

Tasso di disoccupazione in Italia è al 12,4%. In crescendo dal 2008 ad oggi. La percentuale di disoccupati fino ai 24 anni di età è al 40% pari a 644-mila giovani. Tra i 25 e i 34 anni di età ci sono in Italia 877-mila disoccupati; tra i 35 e i 49 anni siamo a più di un milione. Bisogna però considerare che queste percentuali non tengono conto di chi il lavoro non lo cerca più. E’, quindi, plausibile supporre che il numero dei disoccupati sia in effetti molto maggiore. Meglio i lavoratori anziani, solo 500 mila disoccupati, che in realtà con la legge Fornero hanno difficoltà ad andare in pensione precludendo di fatto un cambio generazionale nei posti di lavoro.

Dal lato retribuzioni, invece, gli ultimi dati Eurostat confermano che i livelli delle retribuzioni non solo non ricompensano gli sforzi dei lavoratori ma, allargando la cerchia sociale dei “poveri retribuiti”, sono sempre più insufficienti a garantire il minimo indispensabile alle famiglie. Qui va anche peggio. Essendo l’Italia sotto alla media Ue, quasi la metà dell’incremento degli ultimi anni è arrivato solo al 20% più ricco.
Continua a leggere DOCUMENTO POLITICO SU LAVORO E PREVIDENZA

MANIFESTO PROGRAMMATICO PER LE ELEZIONI COMUNALI DI ROMA

Grazie al contributo di tutti gli iscritti CS romani

Per molti anni il prevalere delle politiche socialiste, quelle mirate cioè ad incentivare una forte presenza dello Stato ed a rafforzare lo Stato sociale, ha garantito in Europa crescita della ricchezza prodotta, calo della disoccupazione, diffusione del benessere. Sicuramente più eguaglianza e più giustizia sociale.

Poi, negli ultimi decenni, le politiche reazionarie neoliberiste e monetariste hanno preso il sopravvento, determinando un’inversione di tendenza caratterizzata da stagnazione economica, calo dell’occupazione, diffusione del malessere sociale. Incremento esponenziale del divario tra i più ricchi ed i più poveri; i ricchi sempre più ricchi ed i poveri sempre più poveri.

Un sempre più incisivo svuotamento del ruolo fondante dello Stato in favore di politiche privatistiche ha causato, in casa nostra, il tradimento del sogno europeo. La volontà di milioni di cittadini europei di finalmente avere una Europa politica, vibrante, partecipata, con istituzioni democratiche è stata disattesa sin da subito per far posto agli interessi di pochi.
Continua a leggere MANIFESTO PROGRAMMATICO PER LE ELEZIONI COMUNALI DI ROMA