Archivi categoria: Europa e Nuovo Stato Sociale

TEMPI DURI A ROMA PER GLI ARTISTI DI STRADA

di Rainero Schembri

Occuparsi di Stato Sociale significa anche occuparsi di piccolissime minoranze come, ad esempio, gli artisti strada. A questo proposito, desta qualche perplessità la recente disposizione di Francesco Paolo Tronca (Commissario Straordinario per la gestione provvisoria di Roma Capitale fino all’insediamento degli organi ordinari) in merito agli artisti di strada. A quanto pare il Commissario avrebbe intimato i vigili a bloccare tutti i cantanti, suonatori, artisti e funambolieri in giro per le piazze della Capitale.
Continua a leggere TEMPI DURI A ROMA PER GLI ARTISTI DI STRADA

Annunci

QUANDO IL DIRITTO RIGUARDA 795 MILIONI DI PERSONE

di Rainero Schembri

A mettere il dito sulla piaga è Vichi De Marchi, portavoce del WFP, l’Agenzia dell’ONU che si occupa di problemi alimentari. “Nel filmato sull’ Assistenza Legale Umanitaria” (https://www.youtube.com/watch?v=ZpNNm-LpbXI&feature=youtu.be) afferma la De Marchi, “si parla di un diritto ad essere informati. E si parla di bisogni capitali.
Continua a leggere QUANDO IL DIRITTO RIGUARDA 795 MILIONI DI PERSONE

STATO SOCIALE E IL FATTORE CINA

di Rainero Schembri

Nel dibattito internazionale sulla necessità di rilanciare lo Stato Sociale in tutto il mondo, è intervenuta su Punto Continenti
(http://puntocontinenti.it/?p=8975) Rosalia Martinez, Presidente dell’ Associazione ‘PyME Competitividad Empresarial’ del Messico, da molti anni impegnata a sviluppare le relazioni internazionali delle piccole medie industrie messicane. La Martinez si è soffermata sui complessi rapporti con la Cina, oggi una delle economie più potenti della terra. Per la Martinez il costante e crescente fenomeno delle delocalizzazioni delle imprese determina due conseguenze opposte: da un lato questo grande mercato rappresenta una notevole fonte di profitto a bassi costi; dall’altro, una delle principali cause del progressivo smantellamento delle industrie nei Paesi occidentali. Smantellamento che determina pesanti conseguenze sul piano occupazionale, mettendo in profonda crisi milioni di operai, impiegati, laureati e famiglie.
Continua a leggere STATO SOCIALE E IL FATTORE CINA

IL POTERE DEL SINGOLO

di Rainero Schembri

Cosa può fare il singolo cittadino per arrestare il progressivo smantellamento dello Stato Sociale? Tantissimo, molto di più di quanto creda. Intanto può premiare o punire i partiti che non si occupano del problema o che, addirittura, sono favorevoli a questo smantellamento. Lo stesso vale anche per i candidati e per gli eletti. Mi ha sempre fatto una certa impressione negli Stati Uniti quando qualcuno mi diceva: “Ora scrivo e mi lamento con il mio Senatore”. Ebbene, se tutti cominciassero a chiedere conto ai nostri rappresentanti politici su come affrontano le problematiche sociali qualche risultato positivo sicuramente verrebbe raggiunto.
Continua a leggere IL POTERE DEL SINGOLO

IL RISCHIO DI SMANTELLARE LO STATO SOCIALE

di Rainero Schembri

Che senso ha uno Stato che non garantisce i bisogni essenziali dei suoi cittadini?

Da questa domanda bisogna partire se si vuole affrontare la delicata questione dello Stato Sociale che, purtroppo, si trova in una fase di smantellamento progressivo in moltissimi Paesi del mondo. Ogni Governo (locale, regionale o nazionale) e ogni organismo (nazionale o internazionale) va giudicato innanzitutto per come riesce concretamente a far vivere meglio l’umanità e ad assicurare le esigenze primarie alla sua popolazione. E ciò indipendentemente dalla forma di Stato, dal colore politico dei Partiti al Governo o dalla religione alla quale s’ispira.
Continua a leggere IL RISCHIO DI SMANTELLARE LO STATO SOCIALE

PICCOLI GRUPPI DI PRESSIONE

di Rainero Schembri

Se è vero che si stanno affermando i poli estremi, cioè, le esigenze dei singoli individui in contrapposizione alla concentrazione di interessi su scala planetaria, è necessario elaborare una strategia orientata alla nascita di un forte Stato Sociale in tutti i Paesi che tenga conto di queste due grandi realtà. In altri termini, occorre capire molto bene come è possibile migliorare e sostenere le esigenze specifiche dei singoli individui contribuendo allo stesso tempo ad creare ovunque una nuova mentalità sociale.
Continua a leggere PICCOLI GRUPPI DI PRESSIONE

DA DOVE INCOMINCIARE

di Rainero Schembri

Nell’era della globalizzazione due sole categorie si stanno affermando: l’individuo e l’umanità nel suo insieme. Tra i due poli opposti tutto sembra sfarinarsi: gli Stati, i governi, i partiti, i sindacati, i giornali, le famiglie, ogni altra forma di rappresentanza. Grazie ai social network tutti hanno la sensazione di essere protagonisti dello sviluppo umano, di poter esprimere le proprie opinioni su scala planetaria, di avere dieci, cento, mille amici sparsi per i cinque continenti. Ma si tratta solo della più grande illusione della storia.
Continua a leggere DA DOVE INCOMINCIARE

COSA COMPORTA LA SCONFITTA DELLA SINISTRA IN ARGENTINA?

di Rainero Schembri

La vittoria alle Presidenziali in Argentina di Mauricio Macri è stata sicuramente una sorpresa. Il leader di destra, alla guida della coalizione ‘Cambiemos’, ha battuto, contro tutte le previsioni, Daniel Scioli, il candidato peronista, anche se di stretta misura (51,42 % contro il 48,58%). In questo modo si conclude dopo 12 anni l’era Kirchner, iniziata nel 2003 con Nestor e proseguita con la moglie Cristina Fernandez.
Continua a leggere COSA COMPORTA LA SCONFITTA DELLA SINISTRA IN ARGENTINA?

CONTRO IL TERRORISMO UNO STATO SOCIALE MONDIALE

di Rainero Schembri

Gli atti di terrorismo a Parigi rendono quasi sacrilego dedicarsi a un qualsiasi altro argomento. Tutti commentano e quasi tutti, esperti e non, ripetono quasi sempre le cose dette in analoghe circostanze. “Non tutto l’Islam va colpevolizzato…”, “Abbiamo fatto la guerra in Iraq e destituito Gheddafi in Libia senza progettare il dopo…”, “Dobbiamo continuare a vivere normalmente”, “Occorre smascherare chi finanzia il terrorismo…”, ecc. ecc.
Continua a leggere CONTRO IL TERRORISMO UNO STATO SOCIALE MONDIALE

CARTA DI MILANO: QUANTI BEI PROPOSITI

di Rainero Schembri

Dell’Expo, rimane in eredità la cosiddetta ‘Carta di Milano’. Come sempre, in questi casi, abbiamo tra le mani un bel documento ricco di analisi e pieno di buone intenzioni, firmata da politici, professori, esperti, imprenditori, ecc. ecc. Un documento che ritiene “inaccettabili” le seguenti dieci situazioni:

Continua a leggere CARTA DI MILANO: QUANTI BEI PROPOSITI