LETTER TO THE EUROPEAN LEFT

LETTER TO THE EUROPEAN LEFT

A new (and only) socialist and left-wing political party in Italy to strengthen the European left.

We all live in societies guided by strong economic and financial interests. Our European Union has turned out very differently from what we would have liked to experience. Moreover, year after year, we lose our struggle against the European establishment which doesn’t envision a “democratic” union among our nations and our people in a reasonable time.

We want a “new social state”.

Our common experience is just made of a common currency. Nothing else.

The left, the European left, is powerless in front of decisions made by others which prefer that we, the European people, start the unification process from the currency, the banking system, the fiscal structure and, at last, the way we shall decide and govern ourselves. We all know that we should have started the unification of Europe by “uniting” its people, building common democratic institutions and merging our cultures. We are losing our battle. Moreover, we are losing our battle against the European financial and economical establishment which professes austerity, flexibility in the job market and internal devaluation.

In Italy the situation is far less optimistic compared to other Nations which do have reasonable strong left political parties. Italy doesn’t have a socialist party which sets itself on the left, in Italy and in Europe as well. Whatever is left of the Italian Socialist Party lies, today, very next to the Democratic Party, without any political autonomy and without any will to revive what socialism once was. The only hope for the weak, the poor and the indigent.

These are, in short, the reasons why several socialists, including myself as ex-member of the National Council of the Italian Socialist Party, have decided to constitute a left-wing socialist party called “Socialist Convergence” (Convergenza Socialista). Politically immerged on the left, for the left. In Italy and in Europe to revive what socialism once was.

Consider “Socialist Convergence” as a future political partner.

Best regards,

Manuel Santoro
National Secretary of Socialist Convergence

Annunci

SALARIO MINIMO? LA GERMANIA AVANZA. NOI TRA GLI ULTIMI

di Rainero Schembri

Dal primo gennaio in Germania ci sarà un’importante novità: su iniziativa del partito socialdemocratico verrà introdotto il salario minimo (mindestlohn) per 3,7 milioni di tedeschi. Questo salario verrà calcolato secondo la tariffa retributiva di 8,5 euro l’ora. L’obiettivo è di rafforzare il mercato interno e di sostenere il ceto medio. La legge è stata approvata nel marzo 2014 a stragrande maggioranza con solo 5 voti contrari.

Continua a leggere SALARIO MINIMO? LA GERMANIA AVANZA. NOI TRA GLI ULTIMI

IL PROBLEMA DELL’ITALIA NON E’ L’ARTICOLO 18

di Manuel Santoro

Nella situazione difficile in cui si trova l’Italia, e parlo di pressanti difficoltà rimarcate dall’ultimo dato sul PIL trimestrale, dopo trimestrali ancor più negativi, è emblematico come la mancanza di una grande forza marcatamente socialista che adotti politiche socialiste e, quindi, per i più deboli delle società moderne, non venga minimamente percepita come necessaria dagli italiani. Sicuramente non è percepita dai socialisti stessi. Essendoci lo spazio politico sarà CS ad occuparlo.

Continua a leggere IL PROBLEMA DELL’ITALIA NON E’ L’ARTICOLO 18

SANITA’: L’ESEMPIO DELLA COPERTURA FRANCESE

di Rainero Schembri

Nella rubrica precedente abbiamo parlato di lotta alla Fame guardando a quello che succede in un Paese a noi molto vicino: la Francia. Ora ripetiamo questo esperimento per quanto riguarda l’assistenza sanitaria e prendiamo ancora come riferimento la Francia, avvalendoci dei chiarimenti forniti dall’Ambasciatore francese in Italia Alain Le Roy. Prima, però, occorre riconoscere che tra le numerose lacune del nostro sistema sociale forse il comparto della sanità è ancora quello che si difende meglio anche se a volte facciamo di tutto per distruggerlo completamente.

Continua a leggere SANITA’: L’ESEMPIO DELLA COPERTURA FRANCESE

BCE. SANTORO: SULLA SOVRANITA’ DRAGHI SBAGLIA

BCE. SANTORO: SULLA SOVRANITA’ DRAGHI SBAGLIA

“Al contrario di quello che pensa Draghi, i Paesi europei, con la collusione della politica, hanno già ceduto troppa sovranità ed autodeterminazione in questa Unione la quale è più burocratica e di parte che di popoli e di istituzioni democratiche. Non mi sembra saggio continuare lungo questo percorso”. Cosi’ è intevenuto Manuel Santoro, Segretario nazionale di Convergenza Socialista, a seguito di alcuni passi dell’intervento del Presidente della Banca Centrale Europea.

“Dopo alcuni anni di svalutazione interna, medicina dettata direttamente dall’Unione e ben ricevuta dai governi italiani, il Paese è alle corde”, continua Santoro.
Continua a leggere BCE. SANTORO: SULLA SOVRANITA’ DRAGHI SBAGLIA

CRISIS. SANTORO: ITALY NEEDS A RADICAL ECONOMIC POLICY

CRISIS. SANTORO: ITALY NEEDS A RADICAL ECONOMIC POLICY

“I do not think that GDP tells us all about how we are, but it certainly gives us a quite consistent picture about economic reality,” began Manuel Santoro, national Secretary of the “Socialist Convergence” Party.

“The GDP is certainly not able to take into account the qualitative terms of life,” says Santoro, “but it tracks pretty good quantity trends of the Italian economy, which is likely to stay glued to the pole.”
Continua a leggere CRISIS. SANTORO: ITALY NEEDS A RADICAL ECONOMIC POLICY

CRISI. SANTORO: L’ITALIA HA BISOGNO DI UNA POLITICA ECONOMICA DAGLI EFFETTI RADICALI

CRISI. SANTORO: L’ITALIA HA BISOGNO DI UNA POLITICA ECONOMICA DAGLI EFFETTI RADICALI

“Non penso che il PIL ci dica tutto di come stiamo, ma sicuramente ci consegna un quadro economico abbastanza coerente con la realtà”, ha esordito Manuel Santoro, Segretario politico del partito della Convergenza Socialista.

“Il PIL certamente non è in grado di prendere in considerazione i termini qualitativi della vita”, continua Santoro, “ma traccia abbastanza bene l’andamento quantitativo dell’economia italiana, la quale rischia di rimanere incollata al palo”.
Continua a leggere CRISI. SANTORO: L’ITALIA HA BISOGNO DI UNA POLITICA ECONOMICA DAGLI EFFETTI RADICALI

LOTTA ALLA FAME? IN FRANCIA SI FA COSI’

di Rainero Schembri

Forse un buon sistema per fare l’Europa è guardare cosa fanno gli altri Paesi sul piano dell’assistenza sociale. Cominciamo prendendo in considerazione la lotta alla fame che è probabilmente la lotta più drammatica in assoluto e vediamo come si comportano in materia, ad esempio, i nostri cugini francesi. Dall’Ambasciatore di Francia in Italia, Alain Le Roy, abbiamo appreso che lo Stato francese delega a Centri Comunali di Azione Sociale (presieduti dal sindaco) una competenza globale nel vasto settore dell’azione sociale.

Continua a leggere LOTTA ALLA FAME? IN FRANCIA SI FA COSI’

SOCIETA’. SANTORO: CONSIDERIAMOCI DIVERSAMENTE POVERI

SOCIETA’. SANTORO: CONSIDERIAMOCI DIVERSAMENTE POVERI

“Mentre Renzi si avvia a distruggere l’impianto democratico pensato dai padri costituenti, e non vorrei fare paragoni ingrati per gli omini d’oggi”, interviene Manuel Santoro, segretario politico del partito della Convergenza Socialista, “l’Italia sprofonda nella disuguaglianza ampliando quello che Lombardi avrebbe certamente definito come diversamente poveri.

“Si, siamo diversamente poveri e l’ultimo rapporto Svimez 2014 lo evidenzia”, continua Santoro.
Continua a leggere SOCIETA’. SANTORO: CONSIDERIAMOCI DIVERSAMENTE POVERI

PER UN PRESIDENTE CHE SI INTERROGA DI NOTTE

di Rainero Schembri

Nell’estenuante dibattito sulle riforme istituzionali che ormai da decenni alimenta il dibattito politico italiano, puntualmente emerge il tema dell’elezione del Presidente della Repubblica: c’è chi lo vuole eletto dal Parlamento, chi direttamente dal popolo; chi lo desidera alla francese, chi all’americana, chi alla tedesca. Raramente qualcuno si sofferma sul ruolo che il Capo dello Stato dovrebbe rappresentare e interpretare nei riguardi di tutti i cittadini. Siamo, cioè, sicuri che deve essere solo imparziale, al di sopra delle parti e primo garante della Costituzione?

Continua a leggere PER UN PRESIDENTE CHE SI INTERROGA DI NOTTE

Partito politico socialista aderente al 'Forum europeo delle forze progressiste' (Partito della Sinistra Europea)