Archivi tag: cs

Attentato in Venezuela: condanna netta di CS

Convergenza Socialista condanna nel modo più assoluto l’attentato, fortunatamente fallito, contro Maduro, Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Siamo curiosi di conoscere i nomi dei mandanti in cabina di regia che hanno organizzato e compiuto questo atto vile.

Annunci

L’Ideologia Socialista: a settembre festeggiamo i primi 6 mesi di vita

A settembre festeggeremo i primi 6 mesi di vita della nostra rivista teorica del socialismo, L’Ideologia Socialista, con una campagna tesseramento straordinaria a Convergenza Socialista, valida anche per i rinnovi 2018 e per il solo mese di settembre.

Viva il socialismo. Viva Convergenza Socialista.

Statuto: modifiche approvate dagli iscritti

In data 19 Luglio 2018, le modifiche allo Statuto di Convergenza Socialista vengono approvate all’unanimità dagli iscritti al Partito come da verbale di riunione. Il documento aggiornato è qui sotto riportato e visibile nella pagina ‘Statuto’.

STATUTO DI CONVERGENZA SOCIALISTA
Statuto ufficiale in data 19 07 2018 in pdf

Articolo 1 – CONVERGENZA SOCIALISTA
È costituita l’Associazione denominata “Convergenza Socialista” (in breve CS). E’ assolutamente escluso ogni scopo di lucro.
Continua a leggere Statuto: modifiche approvate dagli iscritti

Prima i lavoratori

#primailavoratorisalariati

#primaipensionati

#primachicercalavoro

#primailcampodeglioppressi

#primachinonhailcapitale

Il Socialismo, con le sue lotte e le sue battaglie politiche e sociali, vive oggi in Convergenza Socialista. Partito Socialista e membro del Forum europeo delle forze progressiste.

ADERISCI a Convergenza Socialista

Fronte Socialista: dai territori all’Europa

I prossimi anni saranno molto interessanti da un punto di vista politico. Ci sarà un probabile rimpasto generalizzato che coinvolgerà anche l’appartenenza alle famiglie europee da parte delle minute forze della defunta sinistra.

Abbiamo Melenchon che strappa con il Partito della Sinistra Europea, per esempio. Abbiamo, poi, anche De Magistris che scalda i motori pronto all’azione e Varoufakis pronto ad essere presente e protagonista alle prossime elezioni europee del 2019.

Troppi galli, sinceramente.

Ma noi siamo socialisti, inteso nel senso largo del termine, che tante volte abbiamo spiegato anche all’interno della nostra rivista teorica del socialismo, L’ideologia Socialista, e pensiamo che la costruzione del Fronte Socialista sia la strada giusta.

Dai territori all’Europa.

Servono riforme di struttura

Il decreto dignità è niente più che un timido tentativo di inversione di rotta rispetto alle politiche degli ultimi anni. Ma sicuramente pochino rispetto alle riforme strutturali di cui ha bisogno questo Paese (e l’Europa).

Ad iniziare dalla ‘pubblicizzazione’ (contrario di privatizzazione) dell’intero sistema bancario, dal ritorno in mano pubblica, quindi politica, della leva monetaria e dalla riduzione graduale dell’orario di lavoro a 20 ore settimanali a parità di salario.

Alcune proposte ‘Made in Convergenza Socialista’.

10 settembre 2018: manifesto e programma politico socialista

Pronti il 10 Settembre con il Manifesto del Socialismo e con il grande Programma Politico Socialista, basato su serie riforme di struttura per una alternativa di società.

Con gli intenti politici già noti, il programma politico e il manifesto del socialismo, avrà inizio una nuova stagione di lotta realmente socialista.

ADERISCI a CS!

@ConvSocialista #ideologiasocialista

La sinistra è morta, il socialismo no. Che fare?

“Avevamo già detto mesi fa che la “sinistra è morta, il socialismo no”. Non abbiamo bisogno degli ultimi risultati elettorali per comprenderlo. E per diversi motivi.

Primo, il PD non è sinistra e ciò significa che aver vinto o perso non cambia i termini del discorso. Il cosiddetto centrosinistra non esiste più, così come non esiste più una costola socialista, liberale, repubblicana che ha contribuito enormemente alla liquefazione di una prospettiva socialista, con una visione classista, in questo Paese.

Secondo, dal primo punto ne deriva una chiara conseguenza, ovvero che la sinistra allora non esiste in quanto essa è minoritaria, spezzettata e senza identità.

Terzo, il lavoro da fare è di costruzione identitaria su basi ideologiche, “di classe”, e ciò apre un mondo, un discorso non lineare ma chiaro sul “che fare” che svilupperò nel prossimo editoriale della rivista teorica del socialismo “L’ideologia Socialista”.

Abbiamo tanto lavoro davanti a noi ma assolutamente necessario.”

Manuel Santoro

@ConvSocialista #ideologiasocialista

Salvini lo si batte nel portafoglio

Non riusciremo a battere Salvini sul terreno del conflitto/confronto tra diverse razze oppure tra diversi “status” giuridici, oppure tra diverse nazionalità.

Questo tratto di linea politica non aiuterà l’emersione nel paese di un consenso alternativo.

Dobbiamo evitare di essere messi all’angolo e di inseguire la retorica salviniana di uno scontro razziale.

Salvini lo si batte nel portafoglio, sul terreno cioè del conflitto tra classi sociali, facendo capire a chi lavora, a chi è precario oppure a chi cerca lavoro che la Lega non farà mai i loro interessi e in un conflitto tra interessi diversi preferirà sempre il capitalista al lavoratore.

Manuel Santoro