Archivi tag: flitch

Agenzie di rating. Santoro (CS): guardiani del liberismo con una precisa agenda politica

“Le più grandi agenzie di rating nel mondo sono veri e propri guardiani dello status quo, della centralità del capitale, con una precisa agenda politica che farebbe invidia a qualsiasi partito politico”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista. “Moody’s, Fitch e Standard&Poor’s sono i baluardi del capitalismo finanziario più sfrenato. Distruggono economie scomode e si ‘dimenticano’ di allertare il mondo su situazioni critiche perché gli amici non si toccano.”

“La settimana scorsa l’agenzia di rating Moody’s ha bocciato la manovra del governo giallo-verde. Oggi sentiremo le valutazioni, invece, di Standard&Poor’s. Comunque vada, un fatto deve essere chiaro. Ci sono agenzie di rating che non hanno più alcuna credibilità non essendo più di fatto agenzie indipendenti dal potere economico-politico globale. Diceva qualcuno che Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch giudicano e decidono in maniera troppo poco trasparente. E i loro errori compromettono la ripresa dei mercati. Non posso pensare che queste agenzie di rating facciano errori per incompetenza e non per una precisa volontà politica, visto che, come riporta l’agenzia di stampa finanziaria Bloomberg, negli ultimi anni sono stati commessi degli errori nel 53% dei casi analizzati.”

“Abbiamo, quindi, un grosso problema di valutazione delle economie nazionali, delle loro prospettive”, continua Santoro, “e ciò si aggiunge ad una mancanza di obiettività sullo stato economico-finanziario del mondo corporate. Anche in quest’ultimo caso, si imputa a Moody’s e Standard&Poor’s di aver ignorato l’enorme indebitamento privato dei grandi nomi di Wall Street, delle loro acquisizioni e fusioni, durante gli anni del Quantitative Easing. A queste due agenzie di rating, in particolare, si imputa il fatto di aver mantenuto inalterati i rating di aziende che, ai fatti, dovrebbero avere un rating molto inferiore. Vogliamo ancora discutere delle opinioni delle agenzie di rating?”

“Le agenzie di rating non sono affatto affidabili”, conclude Santoro, “se private di indipendenza, se corrose da conflitti di interesse, se legati a filo doppio con l’establishment economico e politico globale. Attendiamo, quindi, le valutazioni di oggi di Standard&Poor’s sapendo però che dietro vi è un piano politico preciso.”

Annunci