Archivi tag: Ius Soli

IUS SOLI. SANTORO: CONVERGENZA SOCIALISTA E’ L’ANTI-LEGA

”Continuiamo con forza la nostra lotta per lo Ius Soli e continueremo ad incitare le forze politiche presenti in Parlamento affinché la legge passi e sia il più possibile vicina alla nostra proposta”, commenta Manuel Santoro, Segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista.

“Su questo terreno siamo de facto l’opposizione politica alla Lega Nord e ai suoi accoliti”, continua Santoro. “Convergenza Socialista è oggi l’anti-Lega, poichè propone in modo chiaro che ‘tutti i nati nel territorio della Repubblica sono cittadini italiani e tale acquisizione è automatica e senza condizioni’. Questa è la nostra proposta di modifica dell’articolo 1 della legge 91/1992 la quale riprende quanto dettato dal XIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d’America. Per una volta, quindi, prendiamo come esempio gli Stati Uniti”.

“Penso sia fondamentale che il partito porti avanti questa posizione a livello locale, comunale e municipale, facendo capire ai nostri connazionali che l’approvazione di una legge sullo Ius Soli è una questione di civiltà.”

“Inciteremo e sensibilizzeremo tutte le forze politiche che concordano con questa nostra posizione”, conclude Santoro, “e porterò personalmente il tema all’attenzione dell’Europa, ad iniziare dal Forum organizzato dal Partito della Sinistra Europea che si terrà a Marsiglia a Novembre e che vedrà la nostra partecipazione.”

Annunci

IUS SOLI. SANTORO: LA LEGGE DEVE PASSARE IN QUESTA LEGISLATURA

“La legge sullo Ius Soli deve passare ora. Confermiamo, quindi, la posizione del nostro partito relativamente alla legge in discussione in Parlamento la quale, seppur diversa rispetto a quanto da noi proposto, sarebbe certamente un passo in avanti che non può più essere rimandato”, commenta Manuel Santoro, Segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista.

“Non riteniamo quindi ricevibile la posizione di AP e di Alfano, e speriamo che il Parlamento arrivi ad un rapido voto positivo sulla legge, in modo tale da smorzare i finti fervori delle destre e dei conservatori, e favorire l’integrazione nel nostro Paese.”

“Successivamente, durante i lavori della prossima legislatura, faremo in modo di spingere le forze politiche presenti in Parlamento verso un miglioramento della legge che, secondo la nostra proposta, deve divenire semplice ed immediata: tutti i nati nel territorio della Repubblica sono cittadini italiani e l’acquisizione della cittadinanza deve essere automatica e senza condizioni”, continua Santoro.

“L’Italia ha bisogno di un cambio di passo su questo tema”, conclude Santoro, “e sono sicuro che la nuova legge sia urgente, non più rinviabile. Sarebbe politicamente sbagliato attendere la prossima legislatura, così come sarebbe sbagliato pensare che votandola oggi si dia una mano a Salvini e ai suoi pasdaran. E’ proprio la paura del voto che rende più forte la destra e l’intero mondo conservatore del Paese”.

IUS SOLI: UNA PROPOSTA PER LA MODIFICA DELL’ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 91/1992

di Manuel Santoro

L’articolo 1 della legge del 5 febbraio 1992, n.91, prevede che sia “cittadino per nascita il figlio di padre o di madre cittadini”. Questo è l’aspetto che ci interessa maggiormente poiché in discussione nel Paese. Il resto dell’articolo 1 indirizza la questione dei genitori apolidi o ignoti.

L’articolo 1 della legge del 5 febbraio 1992, n. 91:

Art. 1.

1. E’ cittadino per nascita: a) il figlio di padre o di madre cittadini; b) chi e’ nato nel territorio della Repubblica se entrambi i genitori sono ignoti o apolidi, ovvero se il figlio non segue la cittadinanza dei genitori secondo la legge dello Stato al quale questi appartengono.
2. E’ considerato cittadino per nascita il figlio di ignoti trovato nel territorio della Repubblica, se non venga provato il possesso di altra cittadinanza.
Continua a leggere IUS SOLI: UNA PROPOSTA PER LA MODIFICA DELL’ARTICOLO 1 DELLA LEGGE 91/1992

IUS SOLI: RILANCIAMO IL DIBATTITO CON UNA BATTAGLIA SOCIALISTA

di Manuel Santoro

Che Grillo oggi si curi delle conseguenze sulla vita civile e democratica degli altri Stati membri dell’Unione Europea una volta concesso lo Ius Soli in Italia, mi sembra una battuta di spirito. Il meglio del repertorio comico del leader del M5S.

Se il livello del dibattito è questo, se il Parlamento è ostaggio di un dibattito su quali ‘paletti” inserire e quali togliere, come se i nati in Italia fossero esseri umani invisibili, inesistenti, allora meglio rilanciare.
Siamo socialisti e i socialisti non incitano guerre tra poveri. I socialisti attaccano le cause che portano i migranti a lasciare, disperati, i loro Paesi di origine. I socialisti attaccano lo sfruttamento e le guerre condotte da Stati e da multinazionali per il puro profitto, economico e geopolitico.

Rilanciamo allora.

Proponiamo uno Ius Soli come previsto dal XIV emendamento della Costituzione degli Stati Uniti. Automatico e senza condizioni. L’Europa prenderà esempio da noi.

Questa è una battaglia socialista.