Archivi tag: Manuel Santoro

Verso il secondo Forum Europeo delle Forze Progressiste

Messaggio del nostro segretario ai compagni

Cari compagni,

sono sicuro del fatto che il primo appuntamento a Marsiglia lo scorso Novembre sia stato un grande successo e un primo importante passo nella giusta direzione.

Credo che l’obiettivo primario del Forum e del Partito della Sinistra Europea sia quello di aggregare tutte le forze disponibili, politiche e sociali, su una piattaforma programmatica precisa, in modo tale da poter combattere efficacemente sia il liberismo che le destre xenofobe. Dovremo incanalare le nostre forze all’interno di un percorso che porti al raggiungimento di un obiettivo politico comune. Credo che ci sia bisogno di più politica, non meno, per raggiungere questo fine.

E’, quindi, fondamentale evitare di disperdere le forze in inutili personalismi. Sono sicuro che il Partito della Sinistra Europea sia in grado di accentrare su un obiettivo politico e programmatico comune tutte le forze socialiste e di sinistra disponibili in Europa.

L’impianto del Forum ha grandi potenzialità e se lavoreremo bene penso che in Spagna potremo definire la cornice entro la quale preparare le elezioni europee del 2019, alle quali dovremo arrivare avendo preparato un campo largo delle forze alternative di sinistra europee.

Un caro saluto,

Manuel Santoro

Annunci

DA DESTRA-CENTRO-SINISTRA A SOCIALISMO-CAPITALISMO

Casaleggio ha ribadito che “non è più possibile ragionare con le categorie novecentesche di destra, sinistra e centro” e che queste “non fanno più parte del vissuto dei cittadini”.

Ora, lasciando da parte per un attimo questa palese stupidaggine (così come intesa da Casaleggio), il “superamento” propagandato delle categorie sopra menzionate potrebbe farci comodo visto il nostro lavoro di rilancio ideologico di altre, chiamiamole per semplicità, “categorie” alternative come il socialismo e il capitalismo.
Penso che il gioco strategico dovrà necessariamente spostarsi dal campo “destra-centro-sinistra” al campo “socialismo-capitalismo”.
Se ragionassimo secondo queste due “categorie”, capiremmo che non vi è differenza alcuna tra i soggetti politici che in queste settimane si contendono il potere.

Manuel Santoro

TOWARDS THE SECOND EUROPEAN FORUM OF THE PROGRESSIVE FORCES

Message from our secretary to the comrades – towards the second European Forum of the Progressive Forces in Spain

Dear comrades,

I believe that the first European Forum of the Progressive Forces in Marseille was very good, a very good first step in the right direction.

I believe that the ultimate goal of the Forum and of the European Left should be to aggregate around a precise political and programmatic platform all forces available in Europe to fight liberal and right wing forces. We should channel all our forces towards a common political goal. I believe we would need more politics, not less, to achieve our goals.

It is also very important to avoid dispersion of forces due to an uncertain political platform. I believe the European Left should lead the effort for the definition of a precise common ground.

Naturally, if we work well in the future then the Forum could grow enormously. It has indeed great potentials and the second appointment in Spain next November is an opportunity we cannot miss out.

Socialist greetings from Italy!

Manuel Santoro
National Secretary of Convergenza Socialista

SKRIPAL CASE: NO PROOF BUT PROPAGANDA AS USUAL

“’It appears’, ‘highly likely’. This is UK rule of law nowadays. No proofs but lots of propaganda”, commented Manuel Santoro, national secretary of Convergenza Socialista, on Sergei Skripal saga.

“It is ridiculous how there is, on one hand the position of the police and investigators that say nothing is certain, more time is needed to assess what has happened, and on the other hand politicians so anxious to give the blame to Russia driven by a precise political agenda. Russia will surely reply to May today childish measures. It does not help anyone. For sure it does not help peace and prosperity around the globe.”

“But I can assure you this”, conclude Santoro. “I and Convergenza Socialista will help Mr. Jeremy Corbyn to become next UK Prime Minister and put an end to the Conservative Party regime.”

TRE OBIETTIVI SOCIALI PER IL LAVORO E LA PREVIDENZA

Tratto dal documento politico su lavoro e previdenza del partito della Convergenza Socialista. Parte IV

Persona al lavoro e previdenza della persona

Per sostenere concretamente il mondo del lavoro occorre puntare su tutti gli strumenti che tutelano il ciclo lavorativo della persona (istruzione, formazione di base, inserimento, aggiornamento professionale, formazione continua, riqualificazione). Le diverse fasi del ciclo vanno incluse, ognuna per la propria parte di contributo, all’interno della copertura previdenziale che apre e chiude l’attività lavorativa, senza soluzione di continuità grazie anche all’intervento dello Stato nei periodi di perdita del lavoro; in tali momenti la persona entra in un ciclo attivo di riqualificazione e reinserimento assistito, non passivamente, in cui anche il voucher è uno strumento la cui validità deve essere fissata in ragione della sua natura incidentale e integrativa dei periodi iniziali, finali e accidentali del lavoro, non certo strutturali dello stesso.
Continua a leggere TRE OBIETTIVI SOCIALI PER IL LAVORO E LA PREVIDENZA

LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI. QUALITA’ DEL LAVORO E RETRIBUZIONE DI QUALITA’

Tratto dal documento politico su lavoro e previdenza del partito della Convergenza Socialista. Parte III

Si è detto che, quando si parla di qualità del lavoro, non si può prescindere da istruzione, formazione e riqualificazione che vanno legate a quel mondo fin dall’origine; salario e bisogni vanno integrati nel formare la retribuzione, mentre la qualità deve comprendere il contributo all’ambiente esterno da parte di ogni lavoratore e imprenditore, in termini di impatto positivo ambientale e sociale.
Continua a leggere LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI. QUALITA’ DEL LAVORO E RETRIBUZIONE DI QUALITA’

LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI. L’OBIETTIVO DELLE 20 ORE SETTIMANALI

Tratto dal documento politico su lavoro e previdenza del partito della Convergenza Socialista. Parte II

Lavoro disponibile e tempo di lavoro disponibile

Prima di tutto, occorre affrontare la mancanza di lavoro e, successivamente, la relativa stabilizzazione.
Pertanto, necessita distinguere i settori in perdita da quelli in crescita o con carenza di addetti, in particolare tra i professionali, i tecnici e i lavori sociali, per indirizzare istruzione, formazione e riqualificazione in modo personalizzato e non indifferenziato.

Creare una maggiore disponibilità del lavoro in modo trasversale a tutti i suoi comparti, significa poter offrire una maggiore possibilità di scelta al lavoratore all’inizio del ciclo lavorativo. Il lavoro potrebbe quindi partire non solo per necessità ma anche essere scelto, secondo le personali capacità, attitudini e preparazioni. Questo lo renderebbe strumento di crescita dell’uomo-lavoratore all’interno del luogo di lavoro, ma solo se abbinato a migliori tutele e retribuzioni veramente premiali.
Continua a leggere LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI. L’OBIETTIVO DELLE 20 ORE SETTIMANALI

LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI. INTRODUZIONE

Tratto dal documento politico su lavoro e previdenza del partito della Convergenza Socialista. Parte I

Tasso di disoccupazione in Italia è intorno al 12% (dati 2016/2017). La percentuale di disoccupati fino ai 24 anni di età è al 40% pari a 644-mila giovani. Tra i 25 e i 34 anni di età ci sono in Italia 877-mila disoccupati; tra i 35 e i 49 anni siamo a più di un milione. Bisogna però considerare che queste percentuali non tengono conto di chi il lavoro non lo cerca più. E’, quindi, plausibile supporre che il numero dei disoccupati sia in effetti molto maggiore. Meglio i lavoratori anziani, solo 500 mila disoccupati, che in realtà con la legge Fornero hanno difficoltà ad andare in pensione precludendo di fatto un cambio generazionale nei posti di lavoro.
Continua a leggere LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI. INTRODUZIONE

PIU’ POLITICA, PIU’ SOCIALISMO. E’ TORNATO IL TEMPO DELLE RIFORME DI STRUTTURA

di Manuel Santoro

Il Socialismo è la sinistra. Esso è struttura, è corpo e anima insieme. E’ l’antitesi, ideologicamente intesa, del capitalismo. Sino a quando la sinistra non inizierà ad interrogarsi su 1) chi è, 2) cosa vuole fare da grande, non vedrà mai la luce. Il socialismo può certamente schiarire le menti di chi ancora pensa che non si debba menzionare per pudore o per vergogna, ma sicuramente consente di vedere con più acutezza il percorso da seguire. Dopotutto non si passa mai all’azione senza aver fatto i conti con la teoria, con il pensiero. L’azione senza un precedente pensiero compiuto e definito è come camminare al buio, senza punti di riferimenti, in un infinito ‘trial & error’. D’altro canto, il pensiero senza azione è pura accademia che non consente di conoscere la giustezza delle proprie tesi. Ma insieme, pensiero e azione, si combinano magnificamente permettendo al pensiero di aggiustarsi (fine-tuning) grazie ai riscontri dell’azione.
Continua a leggere PIU’ POLITICA, PIU’ SOCIALISMO. E’ TORNATO IL TEMPO DELLE RIFORME DI STRUTTURA

SOCIALISMO E SINISTRA. DEFINIAMO I CAMPI

di Manuel Santoro, Segretario nazionale

Il socialismo italiano è dilaniato da confusione, miraggi e parcellizzazione delle forze. Non è detto che questo sia necessariamente un male. Così come non è un male a sinistra.

La galassia socialista non deve essere riappiccicata solo sulla base di un’etichetta. Essere socialisti di per sé non significa niente, almeno oggi, se non si anima una visione del mondo, una prospettiva politica e programmatica certa. Troppi sono, oggi, i centri di direzione, le linee politiche, gli interessi individuali e di gruppo. Ha molto senso, invece, convergere e far convergere su una prospettiva politica di lungo periodo, chiara, nella sua chiave socio-economica nazionale, europea ed internazionale. Non ha alcun senso riunire, federare i cosiddetti socialisti così come non ha senso riunire ‘sinistre’ che hanno obiettivi politici molto diversi. Ha, invece, senso politico rifondare il socialismo italiano portandolo finalmente a sinistra, e fare in modo che si contribuisca alla crescita della piattaforma antiliberista in Europa.
Continua a leggere SOCIALISMO E SINISTRA. DEFINIAMO I CAMPI