Archivi tag: Parlamento

IUS SOLI. SANTORO: LA LEGGE DEVE PASSARE IN QUESTA LEGISLATURA

“La legge sullo Ius Soli deve passare ora. Confermiamo, quindi, la posizione del nostro partito relativamente alla legge in discussione in Parlamento la quale, seppur diversa rispetto a quanto da noi proposto, sarebbe certamente un passo in avanti che non può più essere rimandato”, commenta Manuel Santoro, Segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista.

“Non riteniamo quindi ricevibile la posizione di AP e di Alfano, e speriamo che il Parlamento arrivi ad un rapido voto positivo sulla legge, in modo tale da smorzare i finti fervori delle destre e dei conservatori, e favorire l’integrazione nel nostro Paese.”

“Successivamente, durante i lavori della prossima legislatura, faremo in modo di spingere le forze politiche presenti in Parlamento verso un miglioramento della legge che, secondo la nostra proposta, deve divenire semplice ed immediata: tutti i nati nel territorio della Repubblica sono cittadini italiani e l’acquisizione della cittadinanza deve essere automatica e senza condizioni”, continua Santoro.

“L’Italia ha bisogno di un cambio di passo su questo tema”, conclude Santoro, “e sono sicuro che la nuova legge sia urgente, non più rinviabile. Sarebbe politicamente sbagliato attendere la prossima legislatura, così come sarebbe sbagliato pensare che votandola oggi si dia una mano a Salvini e ai suoi pasdaran. E’ proprio la paura del voto che rende più forte la destra e l’intero mondo conservatore del Paese”.

Annunci

LEGGE ELETTORALE. SANTORO (CS): ORA AVANTI CON IL PROPORZIONALE

“Il Paese è atrocemente diviso e si avvia verso uno schema sempre più multipolare”, così commenta Manuel Santoro, Segretario nazionale del partito della Convergenza Socialista.

“E’ necessario, quindi, che in Parlamento si vada avanti nella discussione su una legge elettorale proporzionale senza sbarramento”, continua Santoro, “non di certo sul Mattarellum il quale ha contribuito fortemente alle divisioni in questo Paese, creando tifoserie da stadio.”

“L’Italia, dal Mattarellum in poi, è stata svilita da un crescente deficit democratico che ha sottratto rappresentatività ad ampie fasce di cittadini ai quali è stato precluso il coinvolgimento nel processo di effettiva partecipazione alle scelte. E’ fondamentale, per il bene della nostra democrazia, il ripristino della più ampia rappresentatività dei diversi orientamenti politici all’interno del Parlamento. È fondamentale ritornare al concetto basilare della rappresentatività nelle istituzioni repubblicane.”

“Una legge elettorale proporzionale”, continua Santoro, “deve essere varata per consentire a tutto il Paese di partecipare, attraverso il lavoro degli eletti, alla vita democratica del Paese. E’ fondamentale avviare processi politici che vadano verso forme di maggiore partecipazione e libertà politica, invece di incentivare forti restrizioni democratiche ed alienare milioni di cittadini dalla vita politica del Paese.”

“Gli italiani, per uscire dalla crisi, hanno bisogno di più democrazia e non più alienazione. La piena rappresentatività sia un obiettivo da perseguire e da raggiungere per allontanarsi una volta per tutte dall’arroganza della vita politica attuale e incamminarci lungo un sentiero che abbia come obiettivo il dialogo, la comprensione delle diverse problematiche e opinioni, e il raggiungimento di compromessi che tengano conto delle necessità e delle esigenze dell’intero sistema Paese.”

“Che il Parlamento vari, quindi, una legge proporzionale senza sbarramenti”, conclude Santoro, “che ampli il terreno democratico e non lo restringa; più democrazia e meno elitarismo, più dialogo e meno settarismo.”

LIBERATE RAIF BADAWI

Raif Badawi, un blogger saudita, fu arrestato nel 2012 ed in seguito condannato a 10 anni di prigione e 1.000 frustate, pena da subire pubblicamente ogni venerdì, 50 ogni settimana, a un’ammenda di 1.000.000 di Riyals (€ 237.141,00) e a ulteriori 10 anni di interdizione all’espatrio.
Nel frattempo, il suo avvocato e cognato, Waleed Abu al-Khair, è stato condannato a 15 anni di carcere per il suo attivismo pacifista e ha subito maltrattamenti in carcere.

Qual è il crimine commesso da Raif?
Quello di istituire un sito web, Free Saudi Liberals, che avrebbe “insultato l’Islam attraverso canali elettronici”.
Continua a leggere LIBERATE RAIF BADAWI