Archivi tag: Passerini

CODOGNO (LO): DOMENICA LA BANDIERA DI CONVERGENZA SOCIALISTA IN PIAZZA

Saremo in piazza a Codogno, nella mattinata del 07/05/2017 con la nostra bandiera per chiedere le dimissioni del Sindaco leghista il dott. Passerini che il 25 Aprile non ha voluto indossare la fascia tricolore e presenziare al comizio in piazza delegando l’azione istituzionale ad un assessore per altro ex socialista di Forza Italia.

Egli dopo aver “presenziato” in borghese alla deposizione della corona ai caduti di tutte le guerre al cimitero di Codogno ha preferito recarsi a Verona all’iniziativa della Lega sulla “Difesa sempre Legittima”.

La questione è stata ulteriormente aggravata dal comportamento in piazza della giunta, che, dopo aver accampato, pubblicamente, importanti impegni istituzionali per la città da parte del sindaco ha reagito malamente alle proteste della gente per quest’assenza. Arrivando ad abbandonare il palco ed a tentare si “zittire” la presidente dell’A.N.P.I Vivianna Stroher che aveva “stigmatizzato” piuttosto duramente quest’assenza.

Da qui la decisione di scendere in piazza con un presidio-gazebo chiedendo le dimissioni del sindaco.
Ben coscienti di rappresentare, comunque, a Codogno la voce di una minoranza dei cittadini, riteniamo nostro dovere etico e morale il farlo insieme ad un gruppo locale, il Movimento R-Evoluzione che condivide la nostra posizione di condanna ed ha con noi gestito la fase di “segnalazione mediante lettera ai media” del comportamento del sindaco di Codogno.

Giandiego Marigo, CS Codogno

LA CIVILTÀ DEL GRANDE NULLA

A Codogno, nella Bassa Lodigiana, il sindaco Passerini, ovviamente leghista, vieta l’uso del burqa negli uffici pubblici. Un provvedimento utile come un divieto della caccia al pinguino all’Equatore. Quello che fa male è che i cittadini salutino l’iniziativa come un contributo alla sicurezza.

Quanti burqa avete visto in Italia?

Lo sapete cosa è un burqa? Passerini lo sa? Siamo sicuri di sì e questo ci fa apparire il provvedimento ancora più di facciata.

Un provvedimento strumentale, inutile, tutto d’apparenza, tanto quanto le telecamere in ogni angolo della città che possono essere eluse, com’è già avvenuto, con un banale passamontagna che si presenta in condizioni normali come un cappello.

Quali i motivi di tanta cura all’apparenza? Forse che essa paghi, elettoralmente parlando, molto più della sostanza? Alla fine, lo ribadiamo, ogni città ha l’amministrazione che merita.

Giandiego Marigo
Referente di Convergenza Socialista di Codogno