Archivi tag: Sinistra Europea

Risveglio Ideologico Socialista

Convergenza Socialista sinistra socialismo
Convergenza Socialista

Convergenza Socialista aderisce al ‘Forum europeo delle forze progressiste’ (Partito della Sinistra Europea)

Da pochi giorni è online la rivista teorica del socialismo e organo politico di Convergenza Socialista, L’Ideologia Socialista (https://www.ideologiasocialista.it/)
Continua a leggere Risveglio Ideologico Socialista

Annunci

Né Potere al Popolo, né il trio Martins-Iglesias-Mélenchon

Né Potere al Popolo, né il trio Martins-Iglesias-Mélenchon. Unità sì, ricatti ovviamente no.

Il Forum Europeo delle Forze Progressiste come strumento unificante dell’alternativa di sistema e per le elezioni europee 2019.

L’alternativa di sistema, cioè il Socialismo, sicuramente non è in Potere al Popolo, così come, in Europa, non è nel trio Martins-Iglesias-Mélenchon.

Rilanciamo il Forum europeo delle Forze Progressiste come strumento per l’emancipazione del socialismo in quanto alternativa strutturale al capitalismo e rigettiamo tutti i sovranismi e i populismi di sinistra in crescita in Europa.

Sicuramente il Forum e la Sinistra Europea hanno necessità di un salto di qualità politico e programmatico importante e Convergenza Socialista darà sempre un forte contributo.

EUROPEAN FORUM: our vision of Europe

Convergenza Socialista believes that it is very important to anticipate the duo Macron-Merkel and their plan to “imagine” a new vision for the European Union. We believe that the Forum could be the right setting to work towards an alternative idea of Europe.

If we can write down a political proposal within the Forum framework, the outcome could be a platform to be used for the European election in 2019.

In our opinion there are different ways to go forward in the direction above highlighted:

1)      An alternative, simple but exhaustive, European Treaty could be formalized and approved by the Forum which does in fact overwrites the spirit of the treaties now in place. This approach could be simple to read and to understand by the public since explained Article by Article. 

2)      Another approach could be to write down a political document containing the major points, the soul, of what an alternative Europe, their rules, etc, could be. Certainly less detailed with respect to the first option but nevertheless effective.

Verso il secondo Forum Europeo delle Forze Progressiste

Messaggio del nostro segretario ai compagni

Cari compagni,

sono sicuro del fatto che il primo appuntamento a Marsiglia lo scorso Novembre sia stato un grande successo e un primo importante passo nella giusta direzione.

Credo che l’obiettivo primario del Forum e del Partito della Sinistra Europea sia quello di aggregare tutte le forze disponibili, politiche e sociali, su una piattaforma programmatica precisa, in modo tale da poter combattere efficacemente sia il liberismo che le destre xenofobe. Dovremo incanalare le nostre forze all’interno di un percorso che porti al raggiungimento di un obiettivo politico comune. Credo che ci sia bisogno di più politica, non meno, per raggiungere questo fine.

E’, quindi, fondamentale evitare di disperdere le forze in inutili personalismi. Sono sicuro che il Partito della Sinistra Europea sia in grado di accentrare su un obiettivo politico e programmatico comune tutte le forze socialiste e di sinistra disponibili in Europa.

L’impianto del Forum ha grandi potenzialità e se lavoreremo bene penso che in Spagna potremo definire la cornice entro la quale preparare le elezioni europee del 2019, alle quali dovremo arrivare avendo preparato un campo largo delle forze alternative di sinistra europee.

Un caro saluto,

Manuel Santoro

ALCUNE BREVI CONSIDERAZIONI SU CONVERGENZA SOCIALISTA

di Manuel Santoro

Convergenza Socialista (CS) è un progetto politico strategico, di lungo periodo, poichè il suo ‘core business’ (se vogliamo proprio usare un termine in voga negli ambienti imprenditoriali) è la rifondazione del socialismo italiano. CS, quindi, non è una associazione culturale ma un partito politico che parte (sempre come ‘core business) dai territori, dai comuni e dai municipi.

Altra questione è relativa alla collocazione. CS si è sempre definita socialista e di sinistra. La questione ‘di sinistra’ è orami chiusa essendo CS aderente ufficialmente al Forum europeo delle forze progressiste organizzato dal Partito della Sinistra Europea. Non è più necessario ricordare che siamo di sinistra in quanto cosa ovvia visto la nostra collocazione in Europa.
Continua a leggere ALCUNE BREVI CONSIDERAZIONI SU CONVERGENZA SOCIALISTA

APPELLO PER UN NUOVO PERCORSO A SINISTRA

IL BRANCACCIO E’ IL PASSATO. IL FUTURO PARTE DAL FORUM DI MARSIGLIA

di Manuel Santoro

Il percorso politico del Brancaccio è terminato. Lo avevamo detto quando in molti ci spingevano ad aderire ed abbiamo avuto ragione, mancando il Brancaccio di una chiarezza politica e programmatica che sono le basi di qualsiasi percorso politico. Non è assolutamente possibile costruire un percorso condiviso senza avere, come primo ingrediente, un obiettivo politico, una linea chiara sul tipo di società che si vuole, sul modello di società verso il quale ci si incammina. Se a questo si aggiunge la propensione avversa ai partiti politici da parte di pezzi del popolo del Brancaccio, è evidente come la fine di questo percorso fosse già scritta. La politica dal basso è meritevole ma molto faticosa se ci si affida solo ad incontri sporadici e assemblee spontanee senza una idea di chi si è e di cosa si vuole fare.
Continua a leggere APPELLO PER UN NUOVO PERCORSO A SINISTRA

IL FORUM DI MARSIGLIA PER NOI UN PUNTO DI PARTENZA

Post-Forum del Partito della Sinistra Europea – Marsiglia 10 & 11 Novembre

da Manuel Santoro

Il Forum di Marsiglia è stato un grande evento. Eccovi le organizzazioni politiche europee che costituiscono da oggi la spina dorsale di questa grande opportunità per l’Europa del futuro. L’appuntamento è ora per il 2018.
Per noi di Convergenza Socialista essere parte di questo gruppo di partiti e organizzazioni politiche non è un punto di arrivo. E’ solo l’inizio, un nuovo punto di partenza.
Continua a leggere IL FORUM DI MARSIGLIA PER NOI UN PUNTO DI PARTENZA

L’EUROPA DEVE CAMBIARE! CHIAMATA PER UN FORUM EUROPEO DELLE FORZE PROGRESSISTE

tradotto da http://www.european-left.org/positions/news-archive/europe-must-change-call-european-forum-progressive-forces

Chiamata per un Forum europeo delle forze progressiste

Partito della Convergenza Socialista, firmatario della chiamata!

L’Unione Europea sta attraversando una lunga crisi, una crisi esistenziale. Tutti i popoli d’Europa, siano essi membri o meno dell’Unione, soffrono per le politiche di austerità e per le terribili ineguaglianze. La pace ed il clima sono minacciati.

Ne abbiamo abbastanza di questa Europa antisociale, autoritaria, tirchia ed egoista.

Non accettiamo che l’unica alternativa sia la competizione tra le forze populiste, xenofobe e nazionaliste di estrema destra che separano i popoli europei, e le forze che propongono un rafforzamento delle politiche neoliberali di austerità risultanti dai trattati. Questo meccanismo prepara o alimenta una tendenza autoritaria in molti Paesi dell’Unione, con la guerra di tutti contro tutti come unico futuro possibile.
Continua a leggere L’EUROPA DEVE CAMBIARE! CHIAMATA PER UN FORUM EUROPEO DELLE FORZE PROGRESSISTE

IL SEGRETARIO DI CS SULL’ATTACCO TERRORISTICO A SAN PIETROBURGO

L’ennesimo attacco terroristico, questa volta accaduto a San Pietroburgo, segna una svolta nell’azione del terrorismo internazionale. E’ oggi più che mai necessario riprendere un nuovo dialogo con la Russia e dare slancio ai rapporti tra Russia e Unione Europea, tra l’Unione Economica Eurasiatica e l’Unione Europea. In questo senso, il Partito della Sinistra Europea può giocare un ruolo fondamentale.

Concordo, quindi, con l’auspicio del presidente del Partito della Sinistra Europea, Gregor Gysi, il quale con forza condanna i tentativi anche dell’Unione di isolare la Russia con una subdola pressione esercitata in questi ultimi anni, e con sanzioni del tutto inutili e controproducenti.

Ricordiamoci sempre che senza l’intervento di forze esterne (dipartimenti di stato, servizi segreti, governi stranieri, oligarchi, nazisti vari) negli episodi interni all’Ucraina, non avremmo avuto alcun Maidan a Kiev e la Crimea sarebbe ancora territorio ucraino, seppur il 97,32% abbia poi votato a favore del ricongiungimento della Crimea con la Russia come soggetto federale della Federazione Russa.